Home Persone Venezia, il fidanzato beve e Sara Guernier muore a 29 anni

Venezia, il fidanzato beve e Sara Guernier muore a 29 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:31
CONDIVIDI

Un tragico incidente che si doveva evitare. Un tragedia della strada, costata la vita ad una giovane ragazza di 29 anni. La moto su cui stava viaggiando insieme al fidanzato ha sbandato: il tasso alcolemico del ragazzo era il doppio del consentito. 

Morte Sara Guernier

Dopo la morte della 18enne Lucia, un’altra giovane vita si è fermata sulle strade italiane. Ad Eraclea, nella città metropolitana di Venezia, la moto su cui viaggiava Sara Guernier, 29 anni, è sbandata andandosi a schiantare fatalmente contro il guardrail. Il tragico incidente stradale è avvenuto intorno alle 22.30 lungo via Piave, all’altezza di un curva in località Tombolino. L’urto è stato violentissimo e la giovane è sbalzata dalla sella finendo dritta sull’asfalto.

Inutili i soccorsi degli operatori del 118 che sono giunti sul posto dopo una chiamata di emergenza da parte di altri automobilisti di passaggio. Dopo diversi tentativi di rianimazione, i sanitari hanno dovuto dichiarare il decesso della giovane ragazza. Il compagno della donna, il 26enne  T.M., che era alla guida della moto, è rimasto ferito ed è rimasto scosso per l’accaduto. Ma pare che la colpa dell’accaduto sia da attribuire proprio a lui: il tasso alcolemico era il doppio del consentito, come riportato da Il Corriere della Sera. Ora è indagato per omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza. Sul luogo dell’incidente stradale, oltre ai sanitari con l’ambulanza, sono accorsi anche vigili del fuoco e carabinieri. Ora tocca a loro ricostruire l’esatta dinamica dei fatti che hanno portato alla morte more di Sara Guernier, cameriera in una nota pizzeria di Jesolo.

Una leggerezza che è costata cara. Una serata finita in tragedia. Un bicchiere di troppo e a farne le spese è stata Sara, una ragazza con tanta vita da spendere e tanti sogni da realizzare. Nella zona la conoscevano tutti e tutti la ricordano come una ragazza dolce e piena di vita.

Sara, racconta TgCom 24, nel luglio scorso aveva commentato sul suo profilo Facebook la morte di quattro ventenni nel Veneziano, annegati in un canale dopo che la loro auto era stata speronata da un pirata della strada. “Se ti fossi fermato forse sarebbero ancora vivi. Hai spento questa meravigliosa vita a 4 ragazzi. E spento il sole per le loro famiglie. Mi rende così triste sapere che ci sono persone così crudeli. Non avranno mai giustizia, nemmeno ora che ti hanno preso“.

Se ti fossi fermato forse sarebbero ancora vivi. Hai spento questa maravigliosa vita a 4 ragazzi. E spento il sole per…

Pubblicato da Sara Guernier su Lunedì 15 luglio 2019

 

Alessandra Curcio

Fonte: Il Corriere della Sera, TgCom24, Sara Guernier Facebook

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]