Home Cronaca Bimbo dimenticato in auto per 5 ore. Il padre non si dà...

Bimbo dimenticato in auto per 5 ore. Il padre non si dà pace: “Come ho potuto?”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:15
CONDIVIDI

Un padre, un ingegnere, dimentica il figlio di due anni in auto parcheggiata per cinque ore sotto il sole a Catania provocandone così la morte.

Catania, bimbo dimenticato in auto - Leggilo

E’ durato due ore l’interrogatorio di Luca Cavallaro, l’ingegnere di 43 anni, ricercatore del dipartimento di Ingegneria all’Università di Catania, papà di Leonardo, il bimbo di 2 anni morto in auto, sotto il sole, dopo essere stato dimenticato dal padre nel parcheggio della Cittadella. Cavallaro ha detto di ricordare “solo di essere uscito di casa alle otto del mattino e di avere sistemato Leonardo nel seggiolino, fissato nel sedile posteriore dell’auto”. Non ricorda nient’altro, riporta La Sicilia: Ho soltanto un grande vuoto in testa“.  L’uomo non si da’ pace, continua a chiedersi come sia potuto accadere, continua a dire che che è colpa sua e piange.

Un black-out ha offuscato la mente dell’uomo che avrebbe dovuto portare il bambino alla scuola materna. E invece lui ha saltato un passaggio, ha tirato dritto e ha iniziato la sua giornata lavorativa: si è recato all’Università di Catania posteggiando il veicolo nel parcheggio adiacente senza accorgersi di avere a bordo il bimbo. Il caso ha voluto che l’auto era posizionata in una zona poco frequentata e senza telecamere. E’ stato del tutto ignaro di quello che stava accadendo, fino a quando la moglie, intorno alle 13, avvertita dalla nonna che doveva prendere Leonardo all’asilo, non lo ha chiamato per segnalargli di non aver trovato il figlio a scuola all’orario di uscita. Mentre lei gli chiedeva dove fosse il bimbo a lui crollava il mondo addosso. Erano trascorse cinque ore.

L’uomo è corso verso la macchina trovando già il bambino privo di coscienza, essendo rimasto chiuso all’interno del veicolo con temperature esterne che si aggiravano tra i 30 e i 35 gradi. Nel pomeriggio, per beffa del destino, ha piovuto incessantemente.

Come riportato da Repubblica, è quindi risultata purtroppo inutile la corsa del padre verso l’ospedale ed anche i medici non hanno potuto fare nulla per salvare il piccolo. Presa dal panico, anche la madre, Maria Teresa Cannizzaro, una cardiologa del Policlinico, è giunta al ospedale. E’ intervenuto anche il suocero, Agelo Cannizzaro, noto chirurgo endocrinologo. Il piccolo Leo è arrivato al Pronto soccorso del Policlinico già in arresto cardiaco. I medici hanno provato a rianimare il bambino per oltre mezz’ora, ma il suo cuoricino non è tornato a battere. Sia l’uomo che la donna sono stati soccorsi dalla polizia. Intanto, come riferito dall’Ansa, la Procura di Catania ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, come atto dovuto.

La salma del piccolo è stata restituita alla famiglia dopo un primo esame medico legale: non è stata disposta l’autopsia, forse perché la dinamica dei fatti è già chiarissima.

Non si tratta purtroppo del primo caso di un padre che dimentica figlio in auto, visto che storie molto simili si sono ripetute solo due mesi fa con vittima un bimbo di tre anni, ed ancora più recentemente un’altra, in cui due gemellini hanno perso la vita.

Fonte: Repubblica, Ansa

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]