Home Politica Beppe Grillo vuole governare con il PD: “Un’occasione irripetibile”

Beppe Grillo vuole governare con il PD: “Un’occasione irripetibile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:33
CONDIVIDI

Beppe Grillo non si tiene più e tifa per l’alleanza di Governo tra Movimento 5 Stelle e PD con messaggi sempre più pressanti, dove gli insulti di un tempo sono sostituiti da calorosi inviti per condividere e disegnare un futuro comune. Con un linguaggio non sempre comprensibile e credibile.

Beppe Grillo vuole il PD - Leggilo

Cinque Stelle e Dem un trattativa meno facile di quella che era sembrata alle prime battute, con il nodo rappresentato dal solo nome del premier incaricato. Non era l’unico problema, evidentemente con le diverse anime del Movimento in contesa tra loro per sulla possibile alleanza. Vista come come “il bacio della morte” da Alessandro Di Battista, per esempio, ma ritenuta “un’opportunità unica” per uno dei padri fondatori del Movimento: Beppe Grillo, che sembra aver dimenticato in pochi giorni dieci anni di invettive contro la Sinistra storica. “Sono esausto!” scrive Grillo esortando i due partiti a cogliere la chance  rappresentata dal nuovo Governo Conte: “Questa pena che vedo… questa mancanza di umorismo, di divertimento e anche di euforia” e sottolinea: “Dovete sedervi a un tavolo ed essere euforici perché appartenente a questo momento straordinario di cambiamento“. Sono lontani i temi delle dirette streaming dove Grillo maltrattava il PD in cerca di un’alleanza di Governo. Sembra passato un secolo. O meglio un secolo è passato, in soli quindi giorni. Grillo esorta a lascia stare tatticismi e veti incrociati, discorsi intorno agli incarichi e alle poltrone come se la politica non fosse anche e sopratutto questo:   “Abbiamo da progettare il mondo, invece ci abbruttiamo, a parlare di scalette, di controscalette … Il posto, lo do a chi… i 10 punti, i 20 punti…”. Un appello a tratti veemente, scrive Rainews: “Basta, basta, io mi rivolgo al PD, alla base, ai ragazzi del PD. Sarete contenti, è il vostro momento questo, abbiamo un’occasione unica, Dio mio, unica. E allora cerchiamo di ricompattare i pensieri, di sognare un attimo a dieci anni con la visione“.  E, prosegue, con un linguaggio fumoso e messianico, buono per sbarazzarsi degli insulti di un tempo. Parla alla gente del PD come fossero militanti del Movimento alle prime armi, come tutti fossero parte di una stessa realtà, con un cammino condiviso da anni. Invece no, c’è stata una lunga storia di disprezzo, diffidenza, odio reciproco. Ma Beppe Grillo continua, e fa finta di niente: “Voglio dell’euforia, voglio sentirvi simpatizzanti, voglio che capiate che questa è una nazione straordinaria con della gente meravigliosa, che magari sta lì in un angolo e non è capita“. E continua, con parole che vogliono dire tutto e niente: “Abbiamo un’offerta di tecnologia immensa, dobbiamo decidere che tipo di società vogliamo“. Così parla Grillo un video pubblicato nel blog. “Invece – sottolinea – facciamo discussioni stupide. Veramente non ci accorgiamo del momento storico straordinario che è questo, che c’è da riprogettare il mondo?”. Secondo Grillo “la politica deve scegliere che strada prendere” mentre “ci perdiamo in questa roba qui che non si riesce a capire…“. Finge di comprendere l’incomprensibile monologo di Grillo Nicola Zingaretti, segretario del PD che a breve giro di posta replica via Twitter: “Caro @ Beppe Grillo, mai dire mai nella vita. Cambiamo tutto e rispettiamoci gli uni con gli altri“.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]