Home Persone Davide muore a 7 anni in auto perché senza cintura. La mamma:...

Davide muore a 7 anni in auto perché senza cintura. La mamma: “Nessuno ha colpe”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:06
CONDIVIDI

Davide Agus era un bambino di 7 anni morto a causa di un incidente mentre era in auto insieme al nonno. Il piccolo era senza cintura.

Davide Agus - Leggilo

 

Dalla foto diffusa ai media, si capisce che il piccolo Davide era molto curioso: occhi vispi e neri, probabilmente non vedeva l’ora di esplorare tutte le meraviglie che la campagna poteva dargli. A lui piaceva molto la natura e da grande voleva fare l’agricoltore, proprio come il nonno che adorava. Magari sulla strada di casa a Nurri stava pensando a quali frutti raccogliere l’indomani, dopo che aveva trascorso la giornata a prendere i fichi d’india. Invece per Davide un domani non ci sarà: è morto – come riporta il sito dell‘Ansa –  in un incidente stradale, sbalzato sul parabrezza perché non solo non era seduto ad un seggiolino, ma non aveva neppure la cintura.

La madre di Davide: “Mio padre non ha colpe”

Per la sicurezza dei bambini è fondamentale avere il seggiolino, anche se a volte accadono tragedie pure con questo, come è successo ai due gemelli lasciati in auto negli Stati Uniti e morti per il caldo. E’ obbligatorio e sono previste multe severe per chi non ottempera a questo dovere. Non si capisce come sia possibile che Davide non fosse seduto regolarmente con la cintura allacciata.

Una morte che forse si sarebbe potuta evitare, anche se la madre del piccolo Davide Erika Mulas non intende dare alcuna colpa al padre che non aveva provveduto a far viaggiare il nipote in sicurezza. Il sito del quotidiano L’Unione Sarda riporta l’intervista di Erika, 38 anni e tecnico di radiologia all’ospedale di Lanusei, all’emittente privata Videolina, in cui la donna racconta il proprio dolore: “So solo che è la cosa più ingiusta che una mamma possa provare, so che devo essere forte perché ho altri due bambini e lo farò”. E ancora: “Voleva fare l’agricoltore, il mestiere di mio padre – ha raccontato la mamma – la sua passione erano gli animali, la natura. Adorava il nonno e il nonno adorava lui, la cosa peggiore è che sia morto proprio con mio padre. Io penso, però, che il bambino fosse felice di morire col nonno e io ho detto a mio padre di non farsi una colpa di quello che è successo, perché lui colpe non ne ha”.

Nel frattempo, il sostituto procuratore di Cagliari Enrico Lussu ha aperto un’inchiesta sull’incidente iscrivendo come atto dovuto nel registro degli indagati il nonno di Davide, il 61enne Marcello Mulas, e l’altro conducente, Antonio Atzeni di 86 anni. Secondo la ricostruzione, la Panda di Mulas avrebbe invaso la corsia opposta scontrandosi frontalmente con la Clio di Atzeni alla fine di una semicurva. Davide che viaggiava davanti senza cintura ha impattato sul parabrezza violentemente, dopo l’urto feroce contro l’airbag.

Fonte: Unione Sarda, Ansa.it

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]