Home Cronaca Metaponto, giovane donna fa un bagno insieme alla figlia: il marito non...

Metaponto, giovane donna fa un bagno insieme alla figlia: il marito non le vede più tornare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:26
CONDIVIDI

Fatjona Kallmi, 26enne di origini dell’Est è morta in mare intorno alle ore 11 di sabato mattina davanti al lido “La Chimera”, nel mar Ionio.

metaponto mamma muore annegata - Leggilo

Ennesima tragedia in mare. Come informa La Gazzetta del Mezzogiorno, ieri mattina, intorno alle 11.30 a Metaponto Lido, una giovane donna albanese di 26 anni, è deceduta. La donna si trovava in acqua con la figlia di 6 anni quando ha chiesto l’intervento di un bagnino, forse dopo aver accusato un malore. Le due sono state soccorse da un bagnino e da un maresciallo dei Carabinieri in quel momento libero dal servizio ed in vacanza a Metaponto.

I soccorsi, giunti immediatamente sul posto, hanno effettuato le manovre di emergenza per le due. La piccola ha riscontrato un edema polmonare ed è stata trasportata in codice rosso, in eliambulanza, all’ospedale San Carlo di Potenza. Le sue condizioni sono stabili ma così non è stato per la mamma. Trasportata a riva, in prossimità del lido Nettuno, sono intervenuti alcuni medici che si trovavano in vacanza al mare, allertati da megafoni lungo la battigia e coadiuvati dai defibrillatori in dotazione ai lidi. Sul posto anche i sanitari di Basilicata Soccorso e alcune  unità mobili di Carabinieri e Polizia di Stato.

Informa Bari Today, che i tentativi di rianimare la donna, continuati per circa un’ora, si sono rivelati inutili. Il dramma si è consumato sotto gli occhi del marito, in preda alla disperazione, L’uomo, mentre la moglie era in acqua con la figlioletta, era rimasto sotto il suo ombrellone con l’altro bimbo di tre anni, nel lido “La Chimera”. E’ stato lui a dare l’allarme, dopo qualche ora senza veder tornare indietro le due. Accertato il decesso della donna, intorno alle 13 il corpo è stato avvolto in teli.

Scossi i bagnanti che affollavano i lidi di Metaponto, molti dei quali hanno assistito direttamente alle fasi dell’annegamento. Secondo le ricostruzioni, sembra che nel tratto di mare in cui la giovane albanese ha trovato la morte si nota un cartello che mette in guardia sulla presenza di buche marine. Dopo la tragedia, sono stati chiusi momentaneamente, in segno di lutto e di rispetto, tutti gli ombrelloni.

Fonte: Bar Today, La Gazzetta del Mezzogiorno

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]