Home Cronaca Bergamo, lite notturna: Luca e Matteo muoiono in ospedale

Bergamo, lite notturna: Luca e Matteo muoiono in ospedale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:09
CONDIVIDI

Un incidente voluto, un tamponamento. Risultato: due ragazzi morti e uno arrestato. Tutto per una lite, che si presume banale e l’esito è stato irreparabile. Il fatto è accaduto nelle prime ore di questa mattina nel Bergamasco, ad Azzano San Paolo. A morire sono due giovanissimi: Luca Carissimi, di soli 21 anni, e Matteo Ferrari di 18. Entrambi i ragazzi erano di Bergamo, zona Borgo Palazzo.

Luca e Matteo sono morti all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dov’erano stati ricoverati in gravissime condizioni. I giovani, stando alle prime informazioni, erano appena usciti dalla discoteca ‘Setai’ di Orio al Serio un provincia di Bergamo, quando sono stati tamponati da un’auto, forse una Mini Cooper, guidata da M.S., 33 anni, di Curno. L’incidente sarebbe stato volontario e l’impatto è stato fatale. In un primo momento l’uomo si è allontanato dal luogo dell’incidente. Dopo, quando ormai Luca e Matteo lottavano tra la vita e la morte si è presentato in Polizia, Non si sa, al momento, se abbai ammesso le proprie responsabilità e che versione ha dato dei fatti. Sembra anche che fra i tre ci fosse stata prima dell’incidente una lite, forse per degli apprezzamenti poco graditi a una ragazza. Ma sono ipotesi ancora da verificare. Il giovane al volante della vettura, che avrebbe agito volontariamente, a seguito è stato arrestato per omicidio stradale e omissione di soccorso. Indaga la Polizia Stradale di Bergamo.

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]