Home Cronaca Reggio Calabria, donna uccisa a colpi di mannaia a pochi passi dal...

Reggio Calabria, donna uccisa a colpi di mannaia a pochi passi dal Comando dei Carabinieri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:16
CONDIVIDI

Una donna uccisa in maniera brutale. Un omicidio ieri in pieno giorno,in via Melacrino, in una zona centrale di Reggio Calabria. intorno alle 16: a morire dietro la porta della sua casa, e a pochi isolati dal Comando Provinciale dei Carabinieri è stata Mariella Rota, 66 anni.

Reggio Calabria, uccisa una donna in tabaccheria - Leggilo

E’ stato un omicidio volontario e, sembra, premeditato. Una donna uccisa in maniera brutale a Reggio Calabria. L’uomo fermato, Billi Jay Sicat, di 43 anni, di origini filippine, in Italia regolarmente da 5 anni, secondo gli inquirenti, soffrirebbe di ludopatia e  pare fosse convinto. scrive la Gazzetta del Sud, che la donna lo truffasse per giustificare la mancanza di vincite. L’uomo ha praticamente decapitato Mariella con una mannaia colpendola diverse volte. L’omicidio, precisa l’Ansa, è avvenuto all’interno della tabaccheria continua all’abitazione della donna. Mariella era proprietaria di una tabaccheria, collegata all’abitazione con un piccolo cortile. Le prime ipotesi investigative accreditavano la pista dei rapinatori sorpresi dalla donna mentre tentavano di entrare in negozio durante l’orario di chiusura. Si pensava ad un’aggressione in casa, trascinatasi fino in prossimità della tabaccheria, Ma un dettaglio era stato decisivo: “non avrebbe mai aperto spontaneamente ad uno sconosciuto” dicevano i vicini. La donna, rimasta vittima di diversi furti era “sospettosa e prudente“.  E ancor di più lo era diventata dopo la morte del fratello, anni fa, con il quale aveva sempre gestito la tabaccheria che i genitori avevano lasciato loro. Ma la prudenza è bastato. L’ipotesi della rapina ha retto poco perché, come riferito dagli inquirenti, in casa ed in tabaccheria, dopo i primi accertamenti, non risultava mancare nulla.

Com’è stata uccisa la donna

L’uomo fermato era un cliente abituale, ben conosciuto dalla vittima, presso cui andava abitualmente per giocare al Lotto. Mariella Rota l’avrebbe sorpreso mentre stava cercando di introdursi nella tabaccheria passando dall’androne. Ma l’uomo pare non avesse intenzione di compiere un furto. La tabaccaia sarebbe stata a quel punto uccisa a colpi di mannaia, I vicini, una coppia di anziani, hanno sentito qualcosa, dei rumori e quelle che, dopo, hanno ritenuto fossero delle grida, ma non abbastanza nitide per far loro capire cosa stesse accadendo.

Fonte: Ansa, Gazzetta del Sud

 

 

 

 

 

 

 

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]