Iolanda, il padre resta in carcere: “Piangeva, lui ha preso un cuscino e l’ha soffocata”

0
11

Jolanda fu uccisa e soffocata dal padre, Giuseppe Passariello, con un cuscino per placare il suo ennesimo pianto notturno. Lo scrivono i Giudici del Tribunale del Riesame di Salerno. 

Iolanda bimba morte soffocata cuscino - Leggilo

La piccola Iolanda è morta la notte tra il 21 e il 22 giugno a Sant’Egidio del Monte Albino. La bimba, di soli 8 mesi, arrivò all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore ricoperta di lividi; dopo qualche ora e qualche vano tentativo da parte dei sanitari, è deceduta. Per l’omicidio venne indagata la madre e accusato il padre, il 37enne Giuseppe Passariello, che fu condotto in carcere. E in quel carcere è rimasto, dopo che il Tribunale del Riesame di Salerno ha rifiutato la richiesta di scarcerazione presentata dalla difesa, come informa l’Occhio di Salerno.

“Giuseppe Passariello mente e mente spudoratamente. La prova inconfutabile la si ottiene osservando il corpo martoriato della piccola Iolanda, che ha subito lesioni e sevizie inaudite per diversi giorni. E con la tacita connivenza della madre, che non si è mai preoccupata di chiamare aiuto, di chiedere l’intervento di familiari per porre fine a tali angherie”, scrivono i Giudici. Una tesi supportata anche dall’autopsia – riporta Salerno Today – effettuata sul corpo della bimba.

Secondo le ricostruzioni, dopo un probabile ennesimo pianto della bimba, Passariello le mise il cuscino sul viso, per zittirla, provocandone la morte per soffocamento. Quello stesso cuscino di cui la madre, Immacolata Monti, pensava di disfarsi, così come emerso in un’intercettazione tra i coniugi. Il cuscino era sporco “di sostanze varie presenti sul viso della bambina e riversate dalla bocca o dal naso. Questo è indicativo del fatto che il cuscino sia stato premuto sul viso della piccola”. Sembra anche che le condizioni della bimba fossero di totale degrado, in quanto dormiva su un materasso, quando avrebbe avuto bisogno di una culla. Per questo anche la madre della bambina è stata arrestata con l’accusa di omicidio pluriaggravato e maltrattamenti in famiglia. Durante l’interrogatorio di garanzia, ai Giudici la donna ha riferito di aver messo a letto Jolanda e di essersi addormentata.

Fonte: Occhio di Salerno, Salerno Today

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui