Dodicenne si tuffa in acqua e non risale a galla: si accorgono di lei troppo tardi

0
12

E’ in condizioni gravissime la dodicenne che ha accusato un malore mentre si trovava nella piscina del bagno Texas, a Marina di Pietrasanta. La piccola ha accusato un malore mentre era in acqua, davanti agli occhi dei genitori, e subito dopo ha perso conoscenza. 

Dodicenne cade acqua non risale a galla - Leggilo

Mentre il bimbo di 5 anni di nazionalità romena lotta tra la vita e la morte dopo essere annegato nella piscina di un residence nel ravennate, rimangono gravi le condizioni della dodicenne colta da un malore mentre si trovava nella piscina idromassaggio del bagno Texas a Marina di Pietrasanta in località Motrone, a Lucca. I fatti – ricostruisce Gazzetta di Parma – si sono verificati nel pomeriggio di sabato 13 luglio, intorno alle 16:30. La piccola, subito dopo aver mangiato, si è seduta a bordo piscina, profonda una ottantina di centimetri, e poi si è tuffata in acqua. Nessuno, né gli amichetti né i genitori, si sono accorti di nulla fino a quando un ragazzino – vedendola a faccia in giù e notando i capelli impigliati nel bocchettone della piscina – ha lanciato l’allarme, afferrandola per le braccia e riportandola in superficie. Una volta su, la ragazzina ha vomitato, senza mai perdere conoscenza. Si ipotizzava una congestione presa in tempo ma le sue condizioni sono peggiorate ogni minuto, fino a quando ha avuto un arresto cardiaco.

Rianimata dai presenti, tra cui un medico, è stata poi trasferita all’ospedale di Massa dove è ricoverata nel reparto di Rianimazione. Le sue condizioni, informa Lucca in diretta, restano critiche. La ragazzina è sottoposta all’Ecmo, la macchina cuore-polmoni, che con una tecnica di circolazione extracorporea mira a ripristinare la corretta funzionalità di questi due organi. In caso di ripresa, sarà poi possibile effettuare ulteriori esami per verificare l’esistenza o meno di eventuali danni neurologici. I medici, però, restano scettici sulle possibilità di ripresa.

Intanto, la piscina è stata posta sotto sequestro mentre continuano senza sosta le indagini. Sul posto, oltre ai soccorritori, anche gli uomini della Guardia Costiera e dei Carabinieri che hanno interrogato i titolari dello chalet e il bagnino. Gli agenti hanno visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza per ricostruire l’esatta dinamica.

Fonte: Gazzetta di Parma, Lucca in diretta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui