Woodstock – Rita racconta: ospiti e anticipazioni del programma con Rita Pavone su Rai Due

0
15

Woodstock – Rita racconta: tutte le informazioni sul programma presentato da Rita Pavone per celebrare i 50 anni da Woodstock.

rita pavone

Era il 15 agosto 1969 quando una cittadina dello stato di New York, Bethel, ancora non sapeva che sarebbe entrata nella storia. Sì perché di lì a poco sarebbe stata invasa da un’orda di 40mila persone che celebrano la musica, la pace e l’amore libero. L’evento si chiamava La Fiera della Musica e delle Arti di Woodstock passato poi alla storia semplicemente com Woodstock. Cosa stava facendo allora Rita Pavone, che era già una star della tv italiana e non solo?

Woodstock – Rita racconta: lo speciale

Rita Pavone a quell’epoca è andata al Festival di Sanremo cantando “Zucchero” e ha pubblicato il suo nono album, intitolato semplicemente Rita. Per la cronaca: nel 1969 Rita aveva 24 anni ed era anche in esilio a Londra perché sposata con Teddy Reno che però non aveva avuto in Italia il divorzio (introdotto poi nel 1974): “Aspettavo Alex, ero in esilio a Londra, dove vivevo la mia ribellione perché tutti volevano che io lasciassi Teddy Reno che aveva 30 anni più di me. E io dicevo: “fatevi gli affari vostri”. Lui aveva avuto il divorzio da tutte le parti meno che in Italia , io stavo a Londra perché lì era valido e il mio matrimonio di coscienza pure” ha dichiarato a La Stampa durante la presentazione del programma.

Nel corso dello speciale verranno innanzitutto riproposte le storiche immagini del concerto di allora. Si potrà rivedere per esempio il famoso assolo di Jimi Hendrix sulle note dell’inno americano,  Janis Joplin, Joe Cocker, Joan Baez, The Who, Creedence Clearwater Revival, Santana, Jefferson Airplane e i Crosby, Stills, Nash & Young. Si tratta di grandi nomi destinati ad entrare nel hall of fame della musica rock.

Rita Pavone darà il suo contributo accompagnata dalla band dei Life in the Woods, risuonando alcuni dei brani più iconici del concerto. Insieme a lei ci saranno anche alcuni grandi ospiti come il cantautore Donovan, che negli Anni 60 era considerato come la risposta inglese a Bob Dylan, Raphael Gualazzi, Mario Biondi e Karima. Un’epoca di amore universale con musica straordinaria, Woodstock fu la ciliegina sulla torta di un momento particolare che poi è sfumato, un concerto come la cornice di un grande quadro” ha dichiarato a La Stampa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui