Home Cronaca Cisterna di Latina, un altro delitto in famiglia: la figlia trova la...

Cisterna di Latina, un altro delitto in famiglia: la figlia trova la mamma sul letto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:28
CONDIVIDI

Ha confessato Fabio Trabacchin. L’uomo, 35 anni, ha ucciso sua moglie, Elisa Ciotti, in seguito ad una lite scoppiata questa notte. Poi è uscito per andare a lavoro. A dare l’allarme, la figlia dei due, di dieci anni, che ha trovato al risveglio il corpo della madre. 

Elisa Ciotti Cisterna di Latina - Leggilo

 

“Mamma non si sente bene”. Con queste parole, una bimba di dieci anni avvisava un parente dello stato di degenza della madre, dopo averlo telefonato. Non capiva, probabilmente, che sua madre Elisa Ciotti, una donna di 35 anni residente a Cisterna di Latina, stava morendo. Una morte non naturale, ma causata da un colpo sferrato con un oggetto contundente. Dopo la telefonata della bambina i parenti hanno lanciato l’allarme allertando le Forze dell’Ordine. Ma quando gli agenti sono giunti sul posto, insieme ai sanitari del 118, per Elisa non c’era più nulla da fare.

Pubblicato da Fabio Trabacchin su Domenica 16 settembre 2018

Ad ucciderla è stata Fabio Trabacchin, suo marito. Il tutto, secondo le prime ricostruzioni, è accaduto nella sua abitazione in via Palmarolo. Secondo quanto riporta l’Ansa, intorno alle 4 di notte i vicini avrebbero sentito delle grida provenire dall’abitazione. I due erano in fase di divorzio e le liti erano frequenti. Secondo quando dichiarato fin’ora dal comandante provinciale dei Carabinieri, il colonnello Vitagliano, ad uccidere la donna è stato un colpo alla testa inferto con con un’arma o un arnese da taglio non ancora ritrovato. Poi, come ogni mattina, il marito è uscito all’alba per andare al lavoro, lasciando la moglie morente. La piccola, una volta sveglia, ha trovato la mamma priva di conoscenza e ha dato l’allarme. La vittima è stata trovata riversa sul letto della sua camera con la testa fracassata.

Trabacchin, un autotrasportatore di 35 anni, è stato prelevato dai Carabinieri sul posto di lavoro, una ditta a Pomezia, scrive l’Adnkrons. Poi è stato portato in caserma e, durante l’interrogatorio, ha confessato di aver ucciso sua moglie. La sua macchina, una Bmw Station Wagon, è stata sequestrata e sarà sottoposta ad accertamenti nelle prossime ore. Intanto, un altro delitto atroce mette fine alla vita di una donna e ha distrutto per sempre quella della piccola.

Fonte: Ansa, Adnkronos

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]