Home News Mondo José Antonio Reyes: la Mercedes lanciata a 237 chilometri l’ora. Dopo, il...

José Antonio Reyes: la Mercedes lanciata a 237 chilometri l’ora. Dopo, il disastro

CONDIVIDI

Il figlio di José Antonio Reyes ha condiviso sul suo profilo Instagram un post di cordoglio per ricordare il papà, il giocatore deceduto a 35 anni dopo un incidente stradale. 

Figlio di José Antonio Lopez - Leggilo

L’incidente stradale in cui hanno perso la vita l’ex di Siviglia e Real Madrid Josè Antonio Reyes e uno suo familiare è stato provocato dallo scoppio di un pneumatico mentre il calciatore guidava il suo veicolo a 237 chilometri all’ora, sull’autostrada A-376. E’ quanto scrive il giornale Mundo Deportivo che ha avuto accesso al verbale redatto dagli agenti della ‘Guardia Civil’ intervenuti sul luogo dell’incidente. Dopo i primi rilievi la dinamica è apparsa evidente: a causa dell’eccessiva velocità, l’auto di Reyes, Mercedes Brabus S550 da 380 CV si è letteralmente impennata dopo aver urtato sui blocchi lasciati ai margini della strada a causa di lavori in corso. Dopo l’impatto si è incendiata. Sembra che Reyes non utilizzasse da mesi la Mercedes e che si sia messo in viaggio senza far controllare i pneumatici.

Una morte che ha sconvolto il mondo, quella di  José Antonio Reyes,atleta della nazionale spagnola. L’uomo, 35 anni, stava viaggiando in macchina con due cugini, Jonathan Reyes Juan Manuel Calderón, quando un sinistro, verificatosi sull’autostrada A-376 – che collega la capitale andalusa a Utrera, città natale del giocatore – gli ha strappato la vita. Ancora non sono state chiarite tutte le dinamiche del sinistro, ma sicuramente chi era alla guida ha perso il controllo dell’auto che ha preso fuoco all’istante. Gli esiti? Drammatici. Una morte inaspettata, che ha gettato nella tristezza il mondo dello sport ed anche la Spagna.

Al Sanchez Pizjuan, lo stadio che l’ha visto crescere, è stata allestita una camera ardente. E intanto fa il giro dei media spagnoli come El Mundo e subito dopo dei social, il messaggio di Jose Antonio, il suo primogenito, che in un messaggio su Instagram ha espresso tutto il suo dolore per la perdita del suo papà. “Questo è l’ultimo momento che abbiamo passato insieme papà… quel giorno mi davi consigli, come facevi sempre, però oggi te ne sei andato per non tornare ed è un giorno molto duro per me! Sono stato e sarò sempre molto orgoglioso di te papà. Non abbiamo passato insieme tutto il tempo che avremmo voluto, però solo io e te sappiamo quanto ci volevamo bene!”, scrive Jose, 11 anni, giocatore del Leganes. E ancora: “So che dal cielo veglierai su di me e io non ti dimenticherò mai!! Ti voglio bene papà!! Grazie a tutti per i messaggi di affetto che sto ricevendo”.

Tanti i messaggi di conforto e di sostegno, da parte di amici, colleghi e volti noti del calcio spagnolo. “Jose devi sentirti orgoglioso di tuo padre come lui lo era di te. E te lo dico perché me lo diceva spessissimo. Un bacio molto grande per te e tua madre”, scrive un calciatore. Ma il dolore, per ora, è troppo grande per potersi placare.

Fonte: Mundo Deportivo, El Mundo, Instagram Jose Reyes Lopez

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org
Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore