Home Casi Bambino morto a Novara, arrestati madre e compagno: “Lividi ovunque”

Bambino morto a Novara, arrestati madre e compagno: “Lividi ovunque”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:53
CONDIVIDI

Per Leonardo, il bambino di due anni morto a Novara, l’epilogo è spaventoso: del delitto sono ora formalmente accusati la mamma e il compagno della donna. L’indagine condotta dalla Procura di Novara sul decesso del bimbo di soli 20 mesi, portato in ospedale ormai privo di vita dalla mamma, sembra già aver fatto chiarezza sulle dinamiche dell’accaduto.  

Bambino morto a Novara - Leggilo

 

L’accusa nei confronti di entrambi è gravissima: omicidio volontario pluriaggravato. Per questo sono stati fermati la giovane mamma di Leonardo, Gaia Russo di soli 22 annie il compagno di lei, che risponde al nome di Nicholas Musi. Eanche lui è giovanissimo: 23 anni. Il compagno si trova ora in carcere a Novara mentre la donna è agli arresti domiciliari perché incinta. La Procura ha accelerato le indagini nelle ultime ore: non ha mai convinto la versione della donna e del suo compagno. Il piccolo Leonardo è arrivato giovedì in ospedale già morto. L’autopsia ha fatto emergere che le ferite presenti sul corpo del bimbo non erano compatibili con una caduta del lettino, una versione sostenuta dalla mamma ai soccorritori. A causare la morte del bimbo, quindi, non è stata una caduta dal lettino ma la violenza dei due sul piccolo. Emblematiche e terribili le parole usate in conferenza stampa dal procuratore di Novara, Marilinda Mineccia: il corpicino di Leonardo era “martoriato con lesioni multiple. Si tratta di un omicidio avvenuto in un quadro di maltrattamenti pregressi“. Il fermo dei due è arrivato nella notte, ieri mamma e compagno erano finiti nel registro degli indagati.

L’autopsia del bambino

Dall’autopsia è emerso che ha causare la morte di Leonardo sarebbe stato un forte colpo all’addome che avrebbe causato una emorragia al fegato, una ferita rivelatasi fatale. Il bimbo sarebbe morto in mezz’ora. Sul corpicino martoriato del bambino, come riporta Askanews, sarebbero stati riscontrati lividi e lesioni sulla testa, sul torace, sulla schiena e anche sui genitali. Circostanze che fanno pensare ad un percorso di violenze e abusi sfociato in un epilogo brutale che ha portato al decesso. Cosa avrebbe scatenato tanta violenza resta al momento ignoto.

Fonte: Askanews

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]