Home News Mondo L’auto in fiamme, sua figlia nel fuoco: lui scappa e si salva

L’auto in fiamme, sua figlia nel fuoco: lui scappa e si salva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:02
CONDIVIDI

Sembra una storia incredibile, eppure è reale. E se i genitori dovrebbero proteggere i figli, talvolta non è sempre così. Una bimba di tre anni è morta tra le fiamme, mentre il suo papà pensava a mettersi in salvo. 

bimba 3 anni bruciata viva

E’ accaduto a New York, negli Usa. Una bimba di soli 3 anni è morta, dopo che l’auto nella quale si trovava, insieme al suo papà, ha preso fuoco. L’uomo ha pensato bene di fuggire e mettersi in salvo e, nel mentre, sua figlia moriva, bruciata viva, tra le fiamme. Secondo le prime ricostruzioni, riportate dal Washington Post, i due viaggiavano a bordo di un’Audi A6, nel quartiere newyorkese del Queens, domenica 5 maggio. Nei pressi di Baisley Boulevard e della 155th Street, l’autovettura ha preso fuoco.

Zoey Pereira, rimasta intrappolata a bordo, senza riuscire a scendere, è deceduta tra le fiamme. Suo padre Martin, 39 anni, è invece riuscito a furire mettendosi in salvo. Quest’ultimo, è stato rintracciato dalla Polizia mentre cercava di nascondersi, riferisce la stampa locale. Si era spogliato e gettato in uno stagno e ha riportato ferite e ustioni di secondo e terzo grado.

Incerta la dinamica di quanto accaduto anche se, la madre della piccola, fa riferimento senz’ombra di dubbio a una vendetta portata avanti dal compagno, e padre di Zoey, in quanto era intenzione della donna separarsi. Proprio quella domenica pomeriggio, aveva allertato le Forze dell’Ordine per denunciare la scomparsa della figlia. Intanto, le ricostruzioni sono terribili. “Ho sentito un’esplosione spaventosa. Sono uscita da casa e ho visto del fumo”, racconta una donna che ha assistito impotente alla morte della bimba. “L’auto è stata avvolta totalmente dalle fiamme e poi ho visto un uomo correre verso il vicino Baisley Pound Park”.  

Martin è stato posto in stato di fermo ma al momento non risultano gli estremi per avanzare altre ipotesi. Di fatto, un’altra morte inspiegabile e dolorosa si aggiunge alla lunga lista dei decessi che, né ora né mai, potranno avere una giusta spiegazione.

Fonte: The Washington Post

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]