Home Casi Ciontoli, i legali: “Salvini? Parla solo per piacere alla gente. Pensi a...

Ciontoli, i legali: “Salvini? Parla solo per piacere alla gente. Pensi a Siri, piuttosto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:42
CONDIVIDI

I legali di Antonio Ciontoli fanno il proprio lavoro, di certo, e stanno giocando bene le loro carte. Ma, per l’opinione pubblica, le cose stanno diversamente e ci sarebbe un limite da non oltrepassare. Quel limite è la morte di un ragazzo di vent’anni, Marco Vannini. La sua vita potrebbe valere poco più di tre anni. 

Ciontoli, i legali rispondono a Salvini - Leggilo

Il Vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini aveva commentato con un post su Facebook gli ultimi risvolti del caso Vannini. I legali di Antonio Ciontoli, infatti, hanno fatto ricorso in Cassazione per far sì che non venga riconosciuto l’aggravante della colpa cosciente per il loro assistito, come riportato da Il Corriere della Sera. In questo modo, la pena – da cinque anni decisi in appello – potrebbe ridursi a poco più di tre. “La vita di un ragazzo di vent’anni, ucciso in maniera vigliacca, vale solo cinque anni di carcere? E gli assassini chiedono anche uno sconto… VERGOGNA. Questa non è “giustizia”, ha commentato Salvini sposando l’idea di gran parte dell’opinione pubblica che ritiene ingiusta la sentenza che ha riconosciuto a Ciontoli soltanto 5 anni di detenzione per omicidio colposo. Poche ora fa è arrivata la replica a mezzo stampa di Pietro Messina e Andrea Miroli, i due avvocati di Ciontoli, che hanno replicato a Salvini.

“Restiamo meravigliati nel constatare come la ricerca del consenso popolare possa in qualche modo offuscare la caratura istituzionale di un Ministro della Repubblica. Il Ministro Salvini preferisce etichettare le sentenze dei Giudici ed il diritto dei cittadini di ricorrere anche alla Suprema Corte di Cassazione come una “vergogna”. Infrange così quell’antico (e non ancora abolito) principio della divisione dei poteri insito in ogni Stato di diritto, al quale, evidentemente, il personaggio fatica ad abituarsi”, fanno sapere i legali.

Oltre a rivendicare il diritto costituzionale di rivolgersi alla Corte di Cassazione, i due hanno anche fatto riferimento, pur non nominandolo, al caso di Armando Siri, consigliere economico di Salvini. “Facciamo presente che nella nostra Carta fondante è sancito il diritto irrinunciabile alla difesa giurisdizionale dei diritti all’interno di un processo “equo”, dinnanzi ad un giudice terzo ed imparziale, nel contraddittorio delle parti; lo stesso diritto che, giustamente, vanta un autorevole membro del suo partito, attualmente sottoposto ad indagini, per il quale, al contrario, abbiamo notato da parte dello stesso Ministro un solerte, quanto granitico garantismo, che ci fa ben sperare per il futuro”. Quella di Salvini sarebbe stata solo una smania di emergere e nient’altro, soltanto un andare dietro alla gente senza spingersi in considerazioni autorevoli e lucide valutazioni.

Il Vicepremier aveva già chiarito più volte le sue idee sul caso Vannini, pur chiarendo di non poter fare nulla, dal Viminale, in quanto né Giudice né il Magistrato. “Posso esprimere il mio sostengo alla comunità e alla famiglia, e dire che è una vergogna che la vita di un ragazzo ucciso in maniera vigliacca e infame costi 5 anni di carcere. Fra indulti, sconti di pena, e buona condotta vuol dire la metà. Un fatto gravissimo, tanto più se Ciontoli indossava la divisa”. 

Caso Vannini, Le durissime parole di Matteo Salvini nei confronti dei Ciontoli

+++ CASO VANNINI +++Le durissime parole di Matteo Salvini nei confronti dei Ciontoli

Pubblicato da TerzoBinario.it News su Mercoledì 1 maggio 2019

Fonte: Facebook Matteo Salvini, Il Corriere della Sera, TerzoBinario.it

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]