Home Cronaca Battipaglia, la madre del bambino: “Mio figlio è lì, che lotta tra...

Battipaglia, la madre del bambino: “Mio figlio è lì, che lotta tra la vita e la morte”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:11
CONDIVIDI

Non sarebbe stato un tentato suicidio ma solo un’icdente. “Mio figlio è caduto. Tutto qui”. La mamma del bambino che lunedì scorso  a Battipaglia è caduto dal balcone di casa, in apprenza per scelta, nega i resoconti di stampa e racconta la sua. 

Bambino Suicida a Battipaglia - Leggilo

La donna, che da quattro anni è rimasta vedova, smentisce questa ipotesi: “Sono state diffuse notizie errate. E a pagarne le conseguenze psicologiche ora saremo noi, io mio figlio e la mia famiglia. Non corrisponde alla verità ciò che è stato scritto. Il mio bambino non ha tentato il suicidio. Si è trattato soltanto di un incidente che, per fortuna, non è sfociato in tragedia”.

La madre nega anche il ritrovamento di un biglietto che il figlio avrebbe scritto per spiegare i motivi di quel gesto: “Non è vero. Non ho mai dichiarato queste cose”. E conferma solo una circostanza, quella realtiva alla dimenticanza di una quaderno che avrebbe costretto la mamma a fare ritorno a casa: “Stavamo andando a scuola – dice – quando lui mi ha detto di aver dimentico un quaderno. Siamo tornati a casa e lui è salito a prenderlo nella sua cameretta. Poi incidentalmente, affacciandosi dalla finestra, è scivolato ed è caduto. Ripeto, nessun tentativo di suicidio”. Non si sa, al momento, se la donna ha osservato in prima persona la dinamica della caduta o se ha solo avvertito il rumore del figlio quando ha toccato il terreno.

La madre del bimbo esclude che il piccolo possa essere vittima di bullismo a scuola: “Me lo avrebbe detto. Ora non sta bene. Non mi va di parlare delle sue condizioni. So solo che ha un trauma toracico, una frattura alla gamba e al braccio sinistro è sedato. Dovrà mettere un busto. Sta lottando tra la vita e la morte. Lasciateci in pace”. Un desiderio di proteggere il figlio più che comprensibile da parte di una madre provata dall’accaduto e dall’inevitabile clamore che ne è seguiito. Secondo gli inquirenti il bambino, tornato in casa sarebbe salito in mansarda e da lì sarebbe precipitato. Le dinamiche restano da chiarire. I Carabinieri non sembrano convinti dell’incidente perchè,  se pur escludono episodi di bullismo, confermano la presenza di un biglietto scritto dal bambino che potrebbe ricollegarsi a quanto accaduto lunedì mattina. Nel bigliettivo citerebbe una maestra con la quale non andava d’accordo. L’insegnante è stata interrogata dai Carabinieri. Il piccolo frequentava la quinta elementare nella cittadina alle porte della Piana del Sele e ha perso il papà per un infarto, come riportato da La Stampa. Ora quello che più preoccupa i medici è lo schiacciamento di un polmone. Perché il piccolo è salito sul punto più alto del casolare ed è caduto da un altezza che gli inquirenti stimano corrispondente a circa due piani: un volo vertiginoso per un bambino di dieci anni.

Fonte: La Stampa

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]