Home Politica Opinioni Mattarella firma la legge sulla Legittima difesa, banda di albanesi cacciata a...

Mattarella firma la legge sulla Legittima difesa, banda di albanesi cacciata a colpi di pistola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:29
CONDIVIDI

E’ accaduto a poche ore dalla firma, da parte del Presidente Sergio Mattarella, della legge sulla “Legittima Difesa” proposta dalla Lega e fortemente voluta dal Vicepremier Matteo Salvini.

Banda di albanesi a Monterotondo, un ferito al Gemelli - Leggilo

E’ accaduto quello che PD e Leu non volevano accadesse ed espressero dissenso quando si doveva passare dalle parole ai fatti e votare la legge e sulla Legittima Difesa.

E’ accaduto che ragazzo a Monterotondo, una cittadina di 40 mila abitanti sulla Salaria, a pochi chilometri da Roma, ha sorpreso una banda di ladri nel salone di casa e ha sparato. Prima della nuova legge il copione sarebbe stato diverso ma uguale a quanto accaduto molte altre volte. I ladri avrebbero aggredito i proprietari, picchiati fino allo sfinimento o alla morte. Oppure sarebbero stati allontanati a colpi di arma da fuoco, come accaduto l’altra sera ma il proprietario avrebbe avuto problemi seri, molto.

A Monterotondo il copione è stato e sarà diverso. Il luogo dove erano entrati era un villino a due piani in pieno centro abitato. Sono entrati in casa dopo aver scardinato e divelto una grata metallica al piano terra. L’effrazione è avvenuta prima delle 19, nonostante fosse ancora giorno e la strada adiacente a quell’ora fosse ancora molto frequentata. Pensavano che in casa non ci fosse nessuno ma in casa c’erano Andrea Pulone, figlio venticinquenne dei proprietari del villino che in quel momento erano in vacanza in Portogallo, e la sua ragazza. I due se li sono trovati davanti, mentre gli albanesi rovistavano in salone in cerca di gioielli e contanti. In casa, regolarmente denunciata una pistola semiatomatica modello Glock 21 calibro 40. Andrea ha esploso quattro colpi raggiungendo un ragazzo di sedici anni, che più tardi è stato abbandonato dai suoi complici al Pronto Soccorso del Gemelli di Roma, come riportato dall’Ansa. Il proiettile, che lo ha ferito all’ altezza dell’inguine, è stato estratto dai medici. Il ragazzo non è in pericolo di vita, ma la prognosi è ancora riservata.

I Carabinieri hanno presto collegato il furto in casa con la sparatoria e la notizia di un sedicenne scaricato sanguinante al Gemelli, con una ferita d’ arma da fuoco alla gamba. La Squadra Mobile stava già indagando sul ferimento del ragazzo.

Nessuna sorpresa per quanto accaduto a Monterotondo, dove i residenti lamentano da tempo furti e rapine. Gli autori sono spesso  bande di stranieri dell’ est che imperversano nella zona. Nel gennaio di 4 anni fa, tra Mentana e Monterotondo, Lucio Giacomoni un medico in pensione venne pestato a mani nude nella sua villa per un bottino misero: poco meno di duemila euro euro in contanti, un tablet e un iphone. Ad ucciderlo tre romeni.

Andrea Pulone non è stato ancora indagato dalla procura di Tivoli, ma non si esclude che nelle prossime verrà iscritto sul registro degli indagati come atto dovuto. I decreto sicurezza dovrebbe tutelarlo dalle vicissitudini passate da altre persone a cui è capitata in passato una disavventura simile. Andrea sa di poter contare sulla legge, ora. Qualcosa è cambiato.

I genitori di un rapinatore chiedono un milione di euro e querelano Salvini

Fonte: Ansa

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]