Home Politica Opinioni Verona, gadget contro l’aborto. Laura Boldrini: “Un’idea mostruosa”

Verona, gadget contro l’aborto. Laura Boldrini: “Un’idea mostruosa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:05
CONDIVIDI

Al Congresso delle famiglie hanno fatto discutere dei gadget a forma di feto per dire no all’aborto. Indignata Laura Boldrini ha parlato di un fatto mostruoso, mentre la Sinistra definisce l’evento una prova d’oscurantismo.

Congresso delle famiglie gadget a forma di feto - Leggilo

L’aborto è l’uccisione di un bambino in utero, e la legge 194 è stata applicata soltanto negli articoli che permettono la soppressione di una vita e non in quelli aiutano la maternità”, ha esordito Massimo Gandolfini, leader del Family day, per aprire il 13esimo Congresso delle Famiglie a Verona, al via ieri, come riportato dall’Ansa. L’organizzatore ha anche espresso anche apprezzamento per le politiche famigliari del Premier ungherese Viktor Orban.

Omosessualità da curare e l’aborto definito un delitto, questi i punti chiave dell’evento che è stato definito un ritorno al Medioevo. Ma a segnare la giornata anche dei gadget che hanno indignato l’opposizione. Primo tra tutti, una bustina trasparente con all’interno un feto di gomma che ricalca le misure di un embrione di dieci settimane, dal nome Michele.Semplicemente mostruoso” ha commentato la ex Presidente della Camera Laura Boldrini.Questa robaccia qua è contro il rispetto della vita e della maternità ed è di una violenza raccapricciante. E trova l’appoggio del Governo. Più che un feto, è feticismo”, ha detto la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone.

Tra i gadget ci sono anche i portachiavi azzurri con la forma dei piedini dei feti di 10 settimane; spillette, sempre a forma di piedini, della ‘misura’ di 12 settimane, come riportato da Adnkronos. Polemiche anche sui depliant: in copertina di quello di Pro vita e Generazione famiglia si legge: “Sarà ancora possibile dire mamma e papà?”; poi la foto di una ragazza definita un utero in affitto; un ragazzo venditore del seme e un’altra ragazza venditrice di ovulo. Ci sono poi due uomini – genitore 1 e genitore 2 – e un bambino chiamato prodotto.

Altre voci critiche si sono alzate anche dalla Sinistra. “Un incontro di barbari“, ha detto Francesca Puglisi del PD, annunciando la sua presenza alla contromanifestazione attesa per oggi, mentre per il suo segretario Nicola Zingaretti si vogliono “riportare indietro le lancette dell’orologio”. Secondo il capogruppo di Leu Federico Fornaro il Congresso “ha trasformato Verona nella capitale mondiale dell’oscurantismo, rimettendo in circolo nell’opinione pubblica idee, stereotipi e falsità che erano state sconfitte da tempo dalle battaglie di civiltà delle donne, del movimento Lgbt e dalla stessa scienza“. Atteso per le 14.30 il corteo “transfemminista” organizzato dall’associazione “Non una di meno”. 

Fonti: Ansa, Adnkronos

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]