Home Casi Salvatore, si lancia dal balcone davanti agli amici: erano in vacanza

Salvatore, si lancia dal balcone davanti agli amici: erano in vacanza

CONDIVIDI

Salvatore Cipolletti, 24 anni, era in vacanza in Polonia con alcuni amici. Muore cadendo dal settimo piano di un palazzo. Ma la sua morte è un mistero. Un filo potrebbe unire il suo decesso a un videogioco online.

Salvatore Cipolletti muore in vacanza
Salvatore Cipolletti con gli amici, in aereo

Salvatore Cipolletti, 24 anni, era originario della provincia di Pisa, precisamente di Ponsacco. Era in vacanza in Polonia quando è caduto dal settimo piano di un palazzo ed è morto sul colpo. Un tragico volo che gli ha strappato la vita. Il corpo, senza vita e inerme, è stato notato da alcune persone che hanno dato l’allarme. Una vacanza trasformata in tragedia. I giovani avevano preso un appartamento in affitto a Varsavia, erano lì dal 7 marzo. La tragedia è avvenuta 10 giorni fa, il 9 di questo mese, ma è stata diffusa dalla stampa locale del pisano solo oggi.

Sulla sua morte, molti dubbi e nessuna certezza. La Polizia di Varsavia indaga a 360 gradi e non esclude alcuna ipotesi: da un malore dovuto all’uso di sostanze stupefacenti, all’omicidio, al suicidio. Ma un primo filo comincia a slegarsi e la sua morte si tinge di giallo. Sembra infatti che quegli amici di viaggio erano stati conosciuti grazie ad un videogioco online, Call of Duty, basato sull’interazione verbale fra i giocatori. Una breve vacanza che il giovane studente universitario aveva deciso di condividere con coetanei e amici virtuali, amanti del mondo online.

Salvatore Cipolletti era partito con un coetaneo lucchese e a loro si era aggregato anche un giovane croato al quale lo stesso Cipolletti aveva fatto il biglietto dall’Italia. Partenza da Venezia, l’arrivo a Varsavia in un appartamento del centro città da condividere anche con un ragazzo polacco. I quattro avevano deciso tutto così, chattando a distanza. Ed è proprio questa pista, quella del gioco e del mondo online, che gli inquirenti cercano di seguire per cercare di capire come e perché Salvatore sia finito al suolo, precipitando dalla finestra.

Pochi minuti prima dello schianto, Salvatore ha mandato alcuni messaggi WhatsApp a un’amica e collega di lavoro. Nelle chat, ha scritto più volte il nome di un quinto ragazzo, polacco, che sarebbe stato anche lui nella casa per una decina di minuti.  Un certo Adrian. Perché? Cosa voleva dire a quella ragazza che non sentiva da tempo? Seguono altri due messaggi vocali, alle 24.17, nei quali il giovane appare confuso: “Siamo vicini a lasciare un segno… io ho lasciato il segno per davvero, quindi ho fottutamente vinto”, dice Salvatore. Intorno, si sentono le voci degli amici che dicono: “No, non con questo segno”.

Il gioco, l’alcool e la droga

Sì, potrebbe essere un legame con il gioco, ma al momento non è dato saperlo; è già un punto di domanda il perché Salvatore abbia voluto mandare questo file audio alla ragazza con cui si vedeva in Italia da un po’ di tempo”, dice l’avvocato della famiglia Ivo Gronchi che depositerà una denuncia-querela contro ignoti, in modo che la procura di Pisa possa aprire un’indagine. Nell’appartamento sono stati trovati liquori e droga, Lsd. Gli amici del giovane hanno dato tutti la stessa versione: “Salvatore ha posato il cellulare, si è tolto gli occhiali, si è diretto al balcone ed è volato di sotto”.

La salma del giovane defunto non è ancora stata restituita alla famiglia. La madre e il padre del ragazzo sono tuttora in Polonia e sono assistiti dall’ambasciata italiana di Varsavia. Non si sa quando il corpo tornerà in Patria, probabilmente fra qualche giorno quando termineranno gli accertamenti scientifici sulla salma di Salvatore. Carmine Cipolletti, insieme alla moglie e madre del ragazzo, chiede giustizia e chiarisce: “Il gioco? Lo faceva davanti a noi, non ha mai dato alcun segno di turbamento”, racconta tra le lacrime il padre. “Non è vero, come invece avrebbero riferito almeno alcuni di quelli che erano con lui, che mio figlio era depresso e preoccupato”.

Una morte ancora tutta da chiarire, troppi fili da slegare e troppe domande che restano per ora senza risposta.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org