Home Cronaca Ridotta in fin di vita dal padre: come Alice, presa a morsi...

Ridotta in fin di vita dal padre: come Alice, presa a morsi dal patrigno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:21
CONDIVIDI

Tennessee – Stati Uniti. La piccola Addiilyn, tre mesi, è stata picchiata brutalmente dal padre, Michael Fischer, fino a perdere conoscenza. La bimba ha lottato per mesi tra la vita e la morte.

Federico Zeoli picchia la piccola Sara

Qualche mese fa, a Genzano, la piccola Alice di soli 22 mesi veniva picchiata brutalmente dal compagno della madre, Federico Zeoli, fino ad essere ridotta in vita. Stesso destino toccato qualche settimana fa alla piccola Addiilyn, una bimba di soli tre mesi. I genitori Michael Fisher, 30 anni, e Brooklyn Tindwell, 27 anni, l’hanno picchiata brutalmente, fino a farle perdere conoscenza. Il padre l’ha massacrata talmente tanto che la piccola a pochi mesi dalla nascita ha rischiato la vita, finendo in ospedale con lesioni gravi ai vari organi interni, fratture su tutto il corpo e danni gravi al cervello, come riportato dal Dailymail.

La neonata non sapeva nemmeno cosa fosse vivere, aveva l’intera vita davanti ed ha lottato un giorno sì, e quello dopo anche, per rimanere aggrappata alla vita. Addilyn è stata portata in ospedale d’urgenza lo scorso 26 gennaio e ora, a cinque mesi, le sue condizioni sono migliorate. I medici avevano lasciato poche speranze: invece, la bimba ora può tornare a casa, dalla zia, che ha ottenuto la custodia della minore,come riportato da The World News. Dalle indagini avviate dagli inquirenti è emerso che la coppia ha avuto altri due figli, ma i servizi sociali glieli avevano tolti. Ora sono entrambi in carcere e la piccola Addilyn, a cinque mesi, può iniziare a godere dei primi attimi di vita.

Il padre è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio, mentre la madre è risultata responsabile perché non ha mai fatto nulla per evitare che la figlia venisse picchiata brutalmente. Non è la prima storia di un minore che subisce violenze tanto gravi da parte di chi dovrebbe proteggerlo. Lo sa bene Sterling Koehn, il piccolo di 4 mesi morto tra vermi ed escrementi. O ancora, in Italia, Giuseppe, ucciso di botte dal compagno della madre, a Cardito. Il piccolo Federico, invece, non può nemmeno raccontare la sua storia: il padre, in un incontro protetto, lo ha picchiato fino ad ucciderlo.

Fonti: DailyMail, The WorldNews

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]