Home Cronaca La mamma del bambino con la gamba amputata: “Se non va dentro...

La mamma del bambino con la gamba amputata: “Se non va dentro lo facci a pezzi”

CONDIVIDI

Un camioncino guidato da un 58enne ha travolto la mamma e il figlio in passeggino. 

Piero Del Santo - Leggilo

O la legge lo tiene dentro o lo faccio a pezzi, come lui ha spezzato la gamba di Thiago. Rimpiangerà il giorno in cui è venuto al mondo“. Raiza Terziu è la mamma di Thiago, il bambino di 14 mesi che ivenerdì 8 marzo è stato investito da Pietro Del Santo. La famiglia di origini albanesi stava trascorrendo un pomeriggio apparentemente tranquillo in un parco del vicentino, quando l’imprenditore 58enne originario di Thiene lo travolge mentre era alla guida del suo furgone. L’uomo era stato fermato dalla polizia poco prima e alla richiesta dei documenti, ha ingranato la prima e ha violentemente accelerato, fuggendo fra le vie di Marostica, piccolo paese nella provincia di Vicenza, in Veneto.

Nell’allontanarsi l’uomo perde il controllo dell’autovettura e si schianta. Uno scontro violentissimo che ha visto vittime una mamma e un neonato. Il passeggino del piccolo è stato investito in pieno, la mamma – che stava dando da mangiare il gelato al bambino – è rimasta ferita alle gambe in maniera non grave. Il padre e un fratellino di 4 anni sono rimasti illesi.

Al piccolo, che ha anche un forte trauma cranico, è stata amputata parzialmente la gamba e oggi lotta fra la vita e la morte, in prognosi riservata, dopo il delicato intervento al San Bortolo di Vicenza nella notte.

Numerose le testimonianze di tanti cittadini: c’è chi sostiene che il colpevole è sceso dal furgone e si è gettato a terra, e chi invece dice che ha continuato a fuggire dalle forze dell’ordine, correndo. L’uomom che ha rischiato il linciaggio è stato comuque catturato e portato in caserma. Del Santo si è rifiutato di sottoporsi all’alcol test. L’uomo, viste le gravissime condizioni di ubriachezza – è stato sottoposto a un controllo forzato – ma non è stato in grado di fornire nessuna spiegazione per accaduto.

Chi è Pietro del Santo

Il pirata della strada, Pietro Del Santo, ha 58 anni ed è un piccolo impresario di Thiene. Sposato e con due figli. Sui profili social – Facebook e instagram – numerosi sono i post di Del Santo in cui si fotografa con la maglietta del Leone di San Marco. L’uomo ha anche partecipato alla rivolta dei “forconi”, il movimento che scese in piazza tra il 2012 e il 2013. Intervista dal Corriere la mamma del bambino ha detto che nessuno dei familiari di Del Santo l’ha cercata per chiedere scusa: “Nessuno ci ha cercato. Cosa vuoi che gliene freghi? Per loro è importante tirar fuori dal carcere quanto prima questo delinquente. Un bambino di quattordici mesi che viene fatto volare via in quel modo…”. E ancora: “Lui ha avuto la faccia tosta di venire vicino a me, e voleva vedere il bambino… Persone come lui devono bere il veleno, non che si beve per poi guidare“.

Il profilo Facebook dell’uomo è preso d’assalto dagli utenti che postano, minuto dopo minuto, insulti e opinioni su quanto accaduto.

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org