Home Estera Orge in Chiesa, l’ex parroco Cavazzana è stato perdonato

Orge in Chiesa, l’ex parroco Cavazzana è stato perdonato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:09
CONDIVIDI

Don Roberto Cavazzana, coinvolto nello scandalo a luci rosse di don Andrea Contin, è stato perdonato dal vescovo di Padova e sarà reintegrato nell’esercizio delle sue funzioni.

Cavazzana perdonato dal vescovo di Padova

Don Roberto Cavazzana, noto per essere stato il confessore di Belen Rodriguez, è tristemente noto anche per essere stato al centro di uno scandalo a luci rosse. Cavazzana, ex parroco di Carbonara di Rovolon, in provincia di Padova, venne coinvolto due anni fa nello scandalo delle orge in canonica organizzate da don Andrea Contin, ex parroco di San Lazzaro.

Di stamattina la decisione del vescovo di Padova, Claudio Cipolla, di perdonare il prete al centro dello scandalo. Don Roberto verrà presto reintegrato nel servizio ministeriale, ha fatto sapere il vescovo in un comunicato, in occasione del ritiro d’inizio di Quaresima. Cavazzana, che aveva confessato senza troppi giri di parole il giro di sesso e droga che ruotava attorno a don Andrea Contini, ha vissuto per più di un anno in una comunità religiosa, avviando un percorso di rivisitazione personale in merito alla sua vocazione. E la vocazione pare confermata, visto che lo scorso settembre è rientrato in Diocesi. Ha poi prestato servizio di volontariato per un anno e vissuto una vita casta e pura: ha vissuto in maniera riservata, partecipando agli incontro spirituali e di formazione del clero. Il reintegro in parrocchia, insieme ad altri preti, si spiega con il fatto che don Cavazzana, secondo il vescovo di Padova, ha imparato dai suoi errori, come riportato da Il Corriere della Sera.

Chiedo perdono delle parole, dei gesti e di ciò che nella vita ho sbagliato“, si giustifica il prete. “Chiedo perdono se ho ferito la Chiesa”. Parole che il vescovo Cipolla sembra aver apprezzato. Del resto, il perdono è parte della Chiesa e gli insegnamenti di Papa Francesco sembrano aver fatto presa. “Con la sua leggerezza ha suscitato disagio, smarrimento, sofferenza e interrogativi tra i nostri fedeli”, spiega Cipolla, “ma l’ho perdonato come padre. Umanamente restano incertezze, ma la misericordia del Signore supera tutte le nostre paure”. Così, don Roberto Cavazzana potrà essere reintegrato.

Gli è andata certamente meglio di molti suoi colleghi, in questi giorni al centro degli scandali. Cardinali, preti, vescovi: la Chiesa non si fa mancare nulla e intanto il Vaticano, dall’alto, nonostante l’attenzione rivolta al problema pedofilia nella Chiesa da Papa Francesco, solo negli ultimi tempi, sembra voler camuffare e tacere i disagi e gli scandali che ruotano intorno all’esercizio del potere ecclesiastico. Tra l’altro, se il perdono è la missione del cristiano, sesso e soldi non dovrebbero essere certo missione di preti. Macchine di lusso, abiti firmati, spese pazze: tutto questo ruotava attorno al giro di Contin, che aveva scambiato le parrocchie per sexyshop. E se don Andrea Contin è stato ridotto allo stato laicale, al padre confessore di Belen è andata certamente meglio. Magari, dicono, anche lei prendeva parte di festini.

Fonte: Il Corriere della Sera

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]