Home Persone Denise e Christian, morti insieme. Qualcuno ruba i fiori sul luogo dell’incidente

Denise e Christian, morti insieme. Qualcuno ruba i fiori sul luogo dell’incidente

CONDIVIDI

Denise Moriggi è morta lo scorso 21 gennaio a causa di un’incidente d’auto. Da quel giorno, la mamma lascia dei fiori sul luogo del sinistro. Ma qualcuno li ruba.

Denise Moriggi la mamma porta i fiori, li rubano

Denise Moriggi era una ragazza di 22 anni che ha perso la vita il 21 gennaio del 2019 in Via del Mare a Roma, a causa di un brutto incidente d’auto. Da quel maledetto giorno, sua mamma Bruna lascia dei fiori, in ricordo di sua figlia, proprio sul luogo del tragico sinistro. Ma, nelle ultime settimane, qualcuno li ha rubati, sistematicamente, già tre volte. La donna, disperata e furiosa, che non trova spiegazione alla triste vicenda, ha lanciato un appello sui social.

Mi domando perché c’è tutta questa cattiveria. Mia figlia era una ragazza dolcissima non merita tutto questo”, ha postato la donna, disperata per la morte della figlia. “Chiunque sia a conoscenza di chi sta rubando i fiori a mia figlia, vi prego di non esitare a strillare per mettergli paura. Bruna, che al più presto rimetterà una quarta composizione di fiori, si è poi augurata, con l’aiuto delle persone, si riuscire a capire chi è stato e perché si comporta in questo modo.

Bruna non trova un senso alla morte di sua figlia Denise. Una ragazza bellissima, con tutta la vita davanti. Il 21 gennaio, però, muore a causa di un tragico incidente stradale. Denise era in macchina con due amici: Jonathan Sicarra, 29 anni, morto anche lui; e una ragazza che fortunatamente è uscita indenne dal sinistro. Alle 00:40, su Via del Mare, improvvisamente il ragazzo alla guida ha perso il controllo della macchina, schiantandosi contro un guard rail. I giovani sono sbalzati fuori dalla macchina. Denise Moriggi è morta sul colpo, Jonathan è stato portato all’ospedale di Ostia, ma anche lui, dopo poco, è morto per le gravi ferite riportate. Una morte tragica, del tutto inaspettata.

Dal giorno della tragedia, mamma Bruna ogni giorno si reca su quella strada maledetta. Ha costruito un piccolo e discreto altarino proprio nel punto esatto in cui è morta la figlia. Qui la donna va a pregare, porta in dono dei fiori freschi e trascorre molto tempo. La madre è affranta e ancora non riesce ad accettare la morte prematura drammatica della figlia: “Portarle dei fiori è come trascorrere del tempo con lei e ricordarla”, dice. Ma non si spiega perché, da tre settimane, i fiori vengono portati via, ogni volta.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org