Perdono i due figli: Gabriele muore come suo fratello, 9 anni fa

0
1

Gabriele Pesenti ha perso la vita in un terribile incidente d’auto. Nove anni fa il fratello Simone era morto nelle stesse circostanze.

Gabriele Pesenti muore come il fratello Simone - Leggilo

Gabriele Pesenti aveva 19 anni ed è morto qualche giorno fa in un tragico incidente d’auto, nel bresciano. Il ragazzo si trovava in auto con alcuni amici: Andrea Rinaldi, 23 anni, originario di Villa D’Almé; Ilenia Avogadro, 21 anni, di San Pellegrino Terme; Matteo Rota, di 21 anni. I quattro amici rientravano  da una discoteca della zona, dove avevano passato la serata, quando d’improvviso Andrea, che era alla guida, ha perso il controllo dell’auto, un’Honda Civic, finendo fuori strada, sulla statale 470. Se Matteo è uscito incolume, Andrea ed Ilenia sono stati ricoverati all’Humanitas, dove per fortuna si sono ripresi senza danni permanenti. Nulla da fare, però, per la vita di Gabriele, morto sul colpo.

Una vita tutta da vivere, la sua, prima che uno schianto fatale lo privasse di ogni futuro. Gabriele, per tutti “Gabo”, era il classico ragazzo per bene, con una passione per la musica. Sognava di fare il DJ, amava suonare la chitarra e avrebbe voluto inseguire i suoi sogni. Sogni spazzati via, in un attimo. Un destino crudele che si è accanito due volte sulla sua famiglia, come riportato da Il Corriere della Sera. La stessa brutale dinamica che ha strappato alla famiglia Pesenti due figli nell’arco di pochi anni. Già, perché anche Simone, il fratello di Gabriele, nove anni fa aveva perso la vita in un terribile incidente d’auto. Simone, di nove anni più grande, era alla guida di una Peugot 206, insieme ad Edoardo, un amico, quando si schiantò contro un autoarticolato, a Botta di Sedrina. I due morirono sul colpo. Mamma Carmen e papà Renzo oggi, dopo 9 anni, rivivono lo stesso dolore e combattono contro un destino avverso che gli ha strappato i due figli nelle stesse circostanze, e con lo stesso esito: la morte.

Il funerale di Gabriele Pesenti - Leggilo

Uno strazio incredibile”, dice Ersilio Gotti, il Sindaco di Ubiale, paese in provincia di Bergamo che ha dato i natali a Gabriele e Simone. “Farò visita alla famiglia per portare il cordoglio del comune, anche se è difficile alleviare il dolore di due genitori”, ha riferito il Primo Cittadino. Lo strazio è comune e ha raccolto tutta la comunità in uno choc senza spiegazione.  Un dolore indescrivibile, che purtroppo non abbandonerà più i genitori, rimasti soli, senza i loro figli. Un dolore attorno al quale tutti, in città e fuori, si sono stretti intorno cercando di alleviare, in minima parte, le sofferenze.

Alessandro Signorini

Fonte: Il Corriere della Sera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here