Home Persone Cogne, ragazzina trovata senza vita sommersa dalla neve

Cogne, ragazzina trovata senza vita sommersa dalla neve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30
CONDIVIDI

Tragedia a Cogne, dove una ragazzina di 13 anni è deceduta. Il luogo ormai è segnato dal terribile delitto dopo la tragedia che vide coinvolta Annamaria Franzoni

Morte a Cogne - Leggilo

L’inverno sta per finire, ormai, ma le tragedie di questo periodo sembrano ancora non terminare. Le località sciistiche sono ancora in piena attività, e purtroppo un’altra vittima si aggiunge ora all’elenco. Soltanto pochi giorni fa, dopo 40 giorni di agonia, la morte di Renata, la mamma della piccola Emily Formisano, entrambe uscite fuori pista. Ma anche la piccola Camilla Compagnucci aveva perso la vita, i primi di gennaio, mentre sciava con il padre.

Questa volta la vicenda arriva da Cogne, e non riguarda Annamaria Franzoni la certo al paese non serviva un’altra tragedia. La vittima è una tredicenne francese, ritrovata ieri nel pomeriggio dai soccorsi che la cercavano incessantemente da quando se ne erano perse le tracce. Secondo le ricostruzioni, la ragazzina è finita fuori pista, sopra Sylvenoire. Il Soccorso alpino valdostano, arrivato in elicottero, e il 118, sopraggiunto sul posto, l’hanno trovata a bordo pista priva di sensi. Per lei nulla da fare, troppo gravi i traumi riportati a causa della caduta. Il medico ha potuto solo constatare il decesso della ragazzina, come riportato da Quotidiano Piemontese.

Al momento dell’incidente la tredicenne indossava il casco e stava sciando con la sorella e un maestro di sci. Scendeva lungo la pista numero 2, una pista rossa di media difficoltà. Poi, è caduta, uscita fuori pista ed è finita contro un albero, riportando un violento trauma cranico. Di lei, nessuna traccia, fin quando la sorella e il maestro hanno lanciato l’allarme e sono partite le ricerche, come riportato da Il Gazzettino.

Il Presidente dell’Associazione valdostana maestri di sci, Beppe Cuc, ha riferito che le due ragazzine, con la loro famiglia, erano già clienti della scuola di sci a Cogne e non erano inesperte. “Avevano già fatto tante volte questa pista, è da giovedì scorso che erano qui. Mi risulta che le bimbe, con pochi anni di differenza“, spiega, “stavano effettuando una lezione singola con un maestro di sci quando fatalmente una ha sbagliato una curva ed è uscita di pista. Probabilmente ha spigolato“.

Secondo i maestri, il tratto era facile da percorrere e le condizioni meteo erano ottime. “Noi siamo addolorati per questo, sia come maestri di sci, sia come comunità, sia come scuola di sci”, continua Beppe Cuc. “Sono quelle cose che in questo sport ogni tanto succedono ma che tu speri non succedano mai”.

Un inverno  maledetto, per gli incidenti in montagna. Risulta che soltanto la prima settimana di febbraio è stata tragica, con 8 decessi causa neve. Ma anche gennaio ne ha visti parecchi. Si spera, ora, che si possa mettere una punto a questo lungo elenco di vittime. Almeno per quest’anno.

Fonti: Quotidiano Piemontese, Il Gazzettino

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]