Home Persone Perse il padre quando era ancora bambina, Jessica decide di farla finita

Perse il padre quando era ancora bambina, Jessica decide di farla finita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:41
CONDIVIDI

Sono stati messi insieme tutti gli elementi che hanno portato a concludere che lo schianto fatale in cui ha perso la vita la diciottenne Jessica Dell’Innocenti è stato l’esito di una scelta deliberata da parte della ragazza. E fin dal principio era al vaglio l’ipotesi del suicidio.

Jessica Dell'Innocenti, muore come il padre - Leggilo

La ragazza è andata a sbattere contro una colonnina del gas la sera dell’8 febbraio a Mignanola non lontano da Treviso nella frazione Carbonara in via Spargenico, come riportato da Il Messaggero.

Sarebbe stata per prima la cugina ad affermare che Jessica si è uccisa, le aveva riferito che voleva farla finita, dice. La ragazza, che era originaria di Fossalta del Piave e faceva la parrucchiera, sarebbe salita in auto, una Fiat punto, con l’obiettivo di uccidersi.  Dopo aver girato per un po’ per Mignanola cc’è stato il terribile schianto. La ragazza è giunta in via Spargenico a velocità molto sostenuta, per poi finre sbandando,  contro una colonnina del gas. E’ stata la fine. Sul posto sono intervenuti Vigili del fuoco, la Polizia Stradale e il 118 ma nulla è stato possibile fare per la diciottenne che è deceduta sul colpo. L’auto era completamente distrutta nella parte anteriore tanto che sono dovuti intervenire i vigili del fuoco. Jessica aveva preso la patente da poco quindi l’ipotesi del suicidio è ancora tutta da verificare.

Certo è che per la sua giovane età aveva già pagato un conto salato alla vita. infatti il 13 gennaio 2015 il padre, Romeo Dell’Innocenti, di professione giostraio, aveva subito la stessa sorte mentre stava cercando di sfuggire alla polizia, dopo aver rapinato un bancomat a Roncade in provincia di Treviso.

Jessica Dell'Innocenti, l'incidente - Leggilo

Insieme al padre di Jessica quel c’era anche Giancarlo Garbin, 35 anni di Crocetta del Montello, che perse la vita anche lui. Altri due invece rimasero feriti: Johnny Pevarello, 33 ann, di Castelfranco, ed Elvis Innocenti, 34 anni, di Oderzo. Nomi che si rincorrono nelle cronache dell’ultimo decennio dove si parla di furti, rapine e  di nuova Mala del Brenta, come riportato da Oggi Treviso.

La ragazza ha trovato pace proprio accanto alla tomba del padre. Negli ultimi giorni ha via via preso sempre più consistenza l’ipotesi di un gesto estremo da parte della ragazza. Molti elementi hanno confermato le prime voci. Poco prima Jessica avrebbe inviato messaggi ai famigliari e alle amiche. La ragazza ascia la madre, il giovane fidanzato, due fratelli più grandi e una sorella più piccola. Gli ultimi pensieri sono stati per loro. «Ho vissuto con la morte nel cuore per tutto questo tempo solo per lasciare dei bei ricordi alle persone che amo», avrebbe scritto nel suo ultimo messaggio.

Alessandro Signorini

Fonti: Il Messaggero, Oggi Treviso

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]