Home Spettacolo e Gossip Vincenzo Mollica parla della sua malattia: “Ho già scelto l’ultima foto”

Vincenzo Mollica parla della sua malattia: “Ho già scelto l’ultima foto”

CONDIVIDI

 Vincenzo Mollica, storico volto della televisione italiana, dichiara di avere il morbo di Parkinson e diversi altri acciacchi ma tranquillizza il suo pubblico, perché resterà in Rai fino a gennaio 2020.

Vincenzo Mollica dichiara di essere malato

Classe 53, il giornalista e scrittore modenese entra a far parte della famiglia Rai a partire dagli anni 80’. Da qui parte l’escalation verso una carriera brillante, durante la quale ha avuto modo di incontrare e intervistare grandi star italiane e non solo: Vasco Rossi, Marcello Mastroianni, Lady Gaga, Pavarotti, Roberto Benigni, Celentano solo per citarne alcuni. Riesce in poco tempo a conquistare la fiducia del pubblico grazie alla professionalità unita all’ironia. La stessa che oggi lo porta a parlare di sé e della sua malattia con una leggerezza di cui non tutti sarebbero capaci. Tornato, infatti, sul balconcino storico del Teatro Ariston, in occasione della 69esima edizione del Festival di Sanremo, si nota non solo la gentilezza e il garbo con cui da sempre intervista i presentatori e gli ospiti, ma anche il tremolio che accompagna i suoi gesti. Al Corriere della Sera racconta:

Le mani che tremano? Quello è il morbo di Parkinson. Non mi faccio mancare nulla. Ho pure il diabete. Sono un abile orchestratore di medicinali”. Parla anche di un’altra malattia con la quale convive sin dall’infanzia, la cecità. “Dall’occhio sinistro non ci ho mai visto, a causa di un’uveite che mi colpì da piccolo, seguita da un’iridociclite plastica. Se ne accorse mia mamma“. Vincenzo Mollica ritrona indietro negli anni e ricorda:

“I miei genitori mi portarono da un oculista in Calabria. Avrò avuto 7-8 anni. Origliai la sentenza da dietro la porta: Diventerà cieco”. Una notizia terribile, per i genitori e per lui. Ma il bambino seppe reagire in modo sorprendete: “Da quel momento – ricorda – adottai una tecnica: imparare a memoria tutto quello che mi circondava, in modo da ricordarmene quando sarebbero calate le tenebre. Come mi ha detto Andrea Bocelli, abbiamo avuto la vista lunga.”

Eppure Vincenzo Mollica anche ora non molla e, anche se i problemi di salute sono evidenti. Continua a regalare la sua presenza al pubblico di Rai 1, abituato da anni a vederlo come inviato speciale della kermesse sanremese ma anche di altre manifestazioni di grande rilievo. Dalla cerimonia degli Oscar di Los Angeles al Festival di Cannes, dal Festival del cinema di Venezia fino alla Disney, Vincenzo Mollica partecipa attivamente e lascia traccia del suo passaggio. In particolare è proprio il mondo della Disney che riecheggia nella sua lunga carriera. I primi servizi con cui esordisce al Tg1 sono proprio dedicati ai protagonisti della casa di produzione americana. Proprio da Mollica si trae ispirazione per la nascita di un nuovo personaggio che entra a far parte del mondo di Paperino: il giornalista Vincenzo Paperika. Un omaggio, non una burla di cui non può che essere fiero. Lui ha già pensato a come potrà essere utile questo personaggio nel momento in cui dovrà salutarci. “Io lo dico sempre, quando schiatterò, perché prima o poi tutti schiattano, voglio scegliere la mia foto sulla tomba…” dice ancora Mollica senza perdere il suo buonumore “perché ogni volta che vado a un funerale ho l’impressione che il morto non avrebbe scelto quella foto sulla lapide. E allora io ho scelto che sulla mia tomba dovrà esserci la foto di Vincenzo Paperica, con la scritta <<Qui giace Vincenzo Paperica che tra gli umani fu Mollica>> perché il cronista Paperika, inventato da Andrea Pazienza e Giorgio Cavazzano per Topolino, mi rappresenta come nessun altro.

Non ci resta che augurarci che questo saluto arrivi il più tardi possibile, per continuare a godere della sua presenza affabile e bonaria come poche altre nella televisione di oggi.