Maltempo in Italia, freddo e gelo. Temperature al minimo

0
2

Maltempo in Italia dal 28 Gennaio al 3 Febbraio. Si prospetta una settimana di neve e gelo, con piogge sparse e insistenti nel Nord Italia e rovesci instabili. Temperature in calo con massime di 3 gradi. Al vaglio della Prefetture l’eventuale chiusura delle scuole.

Maltempo, allerta scuole

Sarà una settimana nient’altro che stabile, quella cominciata oggi. Il tempo sembra non volerci lasciare pace. Anzi, in questi giorni sarà necessario avere l’ombrello a portata di mano, e sciarpe e guanti per ripararsi dal freddo. La pioggia sarà protagonista di questo fine gennaio, in buona compagnia con vento e temperature basse. Anche la neve si estenderà in tutta Italia. Nel dettaglio, già la giornata di lunedì 28 ha visto perturbazioni provenienti dall’area nordatlantica, che si faranno vive anche mercoledì 30.

Martedì 29 gennaio le temperature arriveranno a un massimo di 7 o 10 gradi. Previsto sole al nord, ma nuvolosità nella Romagna e pioggia nel Nord ovest in serata. Al centro sud variabilità e residui con temperature in rialzo con massime tra le 9 e le 13.  Sud nuvoloso, con piogge concentrate in Sicilia e Sardegna. Temperature in calo, massime tra 10 e 13.

Mercoledì 30, invece, le aree più colpite saranno il centro Nord, e in forma minore, il Sud. Previsti nevosi nel Basso Piemonte, ma anche in Lombardia, Triveneto ed Emilia Romagna. Rovesci con piogge si ritroveranno invece in Toscana, Umbria, Lazio. Anche le colline, e i dorsali settentrionali, potrebbero essere ricoperti di neve, dai 400 ai 900 metri. Previste intense piogge al Sud e neve sui rilievi di altitudine pari ai 700-1200 metri. Tempo instabile in Sicilia e nelle regioni tirreniche.  Temperature in calo, massime tra 2 e 5 al nord, e fino a 9 nel Sud.

Giovedì 31 lieve miglioramento, con qualche instabilità sulle regioni meridionali che si affacciano sul basso Tirreno e a Nord est. Ancora piogge al Nord, e residua instabilità sull’Adriatico, in attenuazione. In serata, pioggia intensa in Sardegna e nel Tirreno. Al Sud tempo instabile in Sicilia, con fenomeni sparsi in estensione parziale anche a est. Neve dai 700 ai 1100 metri.

Venerdì 1 febbraio di nuovo neve al nord, specie la sera, mentre forti venti, spirati dalla Francia, faranno aria sui dorsanti meridionali.  Anche la Sardegna, venerdì, subirà piogge e forti venti. Nell’Appenino salirà in alto la quota neve, fino ai 1800-2000 metri.

Le cose non sembrano migliorare per il weekend. Sabato 2 previste nevicate nel Nord ovest. La quota neve salirà fin verso i 6-800 metri nelle Alpi. Previste invece piogge, anche a carattere di rovescio, al Centro sud con qualche temporale tra Lazio e Campania. La quota neve raggiungerà invece i 1000-1200 metri sull’Appennino settentrionale, e i 1200-1400 metri sull’Appennino centro-meridionale.

Domenica 3 previsti miglioramenti, possibili piogge al Nord e centro Sud con nevicate in Appenino.

Probabili chiusure delle scuole nelle regioni più colpite dalla neve, specie quelle nordiche. Anche al Sud il tempo potrà creare disagi nella circolazione e nella vivibilità, comportando chiusura delle attività e interruzione delle attività scolastiche.

In generale, le minime saranno comprese tra -1 e 3 al Nord con punte di -2 a Asti, tra 2 e 6 al Centro con punte di 1 a L’Aquila, tra 4 e 8 al Sud con punte di 1 a Potenza e tra 4 e 8 sulle Isole con punte di 0 a Enna. Le massime, invece, saranno tra 6 e 10 al Nord con punte di 13 a Genova, tra 7 e 11 al Centro con punte di 12 a Pescara, tra 10 e 14 al Sud con punte di 15 a Brindisi e tra 10 e 14 sulle Isole con punte di 17 a Siracusa.
Facendo un quadro generale, le regioni più colpite saranno le tirreniche con piogge frequenti e il Nord, dove sono previsti temporali. martedì situazione grave nel Piemonte, Valle d’Aosta e Varesotto; mercoledì Sardegna, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto; giovedì fenomeni attesi in Lombardia, Liguria, Trenito, alto Veneto e Friuli. Nel weekend, invece, la situazione verrà ad attenuarsi.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui