Home TV C’è Grillo, anticipazioni: polemiche sui costi

C’è Grillo, anticipazioni: polemiche sui costi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:27
CONDIVIDI

Torna in tv Beppe Grillo con una serie di filmati che ripercorreranno gli anni di carriera del comico fondatore del Movimento 5 Stelle. E’ polemica sui costi che deve sostenere la Rai.

Beppe Grillo torna in Rai, ma non personalmente come ovvio. Ci torna però in prima serata con un programma di approfondimento intitolato C’è Grillo,
che ripercorrerà la carriera del comico attraverso un montaggio dei suoi interventi televisivi e teatrali. Tanto basta per dare fuoco alle polemiche: “Il nuovo regime gialloverde ha trovato il suo nuovo cantore da valorizzare sul servizio pubblico, è Beppe Grillo” ha detto il capogruppo del Partito democratico al Senato Andrea Marcucci.

Viale Mazzini si difende dicendo però che non c’è alcun compenso per Grillo, né per le altre persone presenti nel format. Secondo quanto si è appreso da Adnkronos, però, lo show potrebbe costare alla Rai oltre 30mila euro, che sono il costo dei diritti da corrispondere alla ‘Marangoni spettacoli’, ovvero all’agente storico di Beppe Grillo. In tal caso, il contratto – che non è stato ancora stato firmato – potrebbe essere cambiato, sperando che l’ex agente di Grillo possa concedere gratis i diritti.
Il  deputato del Pd Roberto Morassut attacca il leader del movimento pentastellato: ‘‘Beppe Grillo percepirà oltre 30 mila euro per uno show televisivo concessogli dalla Rai. Beppe Grillo è il capo del partito di maggioranza relativa che esprime la presidenza Rai ed il ministro dell’Economia, principale azionista dell’azienda. Sono cose che non accadevano nemmeno nella Prima Repubblica”. Dal canto suo il comico si trincera dietro al silenzio e sui suoi canali ufficiali si limita a pubblicizzare l’evento di stasera.

Anche Carlo Freccero, direttore di Rai Due, parla di “polemica esagerata”: “Vi assicuro che il programma di Grillo è costato davvero poco, perché i diritti dei suoi programmi Rai sono della Rai. E quindi non abbiamo dovuto acquistare molto materiale. L’analogo programma su Benigni, che ha acquistato, da un certo anno in poi, tutti i diritti dei suoi show in Rai (lasciando alla Rai il diritto del solo passaggio in diretta), costerà giustamente molto di più. E pure lì, dov’è lo scandalo?”. “Sono filmati – conclude – che hanno già visto tutti. Spesso disponibili anche su YouTube. La polemica mi pare esagerata”.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]