Home Persone Federico Anile, si accascia e muore dopo una cena

Federico Anile, si accascia e muore dopo una cena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:34
CONDIVIDI

Lunedì sera. Una cena come un’altra, quella di Federico Anile, finita male. Il ragazzo, tezogenito di quattro figli, 22 anni compiuti l’8 gennaio, è morto nelle scorse ore. Si trovava a cena a casa di un amico a Noale, un paesino nel veneziano. Dopo aver mangiato, si è sentito male. La causa, forse, uno choc anafilattico. Proprio come Federica, la ragazza deceduta qualche settimana fa dopo un sabato sera con delle amiche, per aver bevuto alcuni drink contenenti del latte, a cui era allergica.

Federico Anile muore dopo aver mangiato un panino alle noci
Federico Anile, a sinistra, con un amico

“Non riusciva più a respirare, si è accasciato a terra e abbiamo allertato i soccorsi”, hanno detto gli amici che erano con lui. Giunti sul posto, i sanitari hanno provato a rianimarlo senza successo: il ragazzo era già in arresto cardiocircolatorio. I medici hanno fatto il possibile ma la situazione era già critica. La corsa in ospedale a Mirano, è stata inutile. Martedì pomeriggio è stata dichiarata la morte cerebrale, come riportato da Il Corriere della Sera.

Stando alle prima ricostruzioni, anche se non ci sono notizie ufficiali, a causare lo choc anafilattico sarebbe stato un panino alle noci, a cui Federico forse è allergico, senza saperlo. Solo l’autopsia ne accerterà le cause. Poi, il funerale per salutare il ragazzo, sempre a Noale, dove risiedeva con la madre.

Federico Anile, muore per choc

Federico aveva frequentato il liceo scientifico Ettore Majorana e poi aveva continuato gli studi all’Università di Padova, che aveva cominciato solo da qualche anno. Fede, come lo chiamano gli amici, era molto conosciuto in città. I suoi profili social lo ritraggono sorridente e in buona compagnia, circondato dagli amici. Amava uscire e andare in montagna, negli spazi verdi. Aveva anche inciso una canzone, “Air Martz”, con un amico. Ora, il cordoglio e le parole di vicinanza da parte di chi lo conosceva e lo voleva bene.

Federico era orfano da dieci anni: il papà Antonio Fabiano era uno stimato medico di base. Morì all’ospedale di Genova per una leucemia qualche settimana dopo le elezioni del 2009, il 19 giugno, all’età di 52 anni. Era stato eletto in Consiglio e avrebbe dovuto sedere tra i banchi della minoranza. Quel suo mandato non lo ha mai iniziato.

La mamma di Federico, Gina De Marchi, è molto attiva e conosciuta nella comunità locale, per il suo impegno nella catechesi, i figli sono stati scout.

Chiara Feleppa

Fonte: Il Corriere della Sera

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]