Home Politica Opinioni Maria Elena Boschi: “Il reddito di cittadinanza? Una vacanza pagata dallo Stato”

Maria Elena Boschi: “Il reddito di cittadinanza? Una vacanza pagata dallo Stato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:10
CONDIVIDI

“Dice Di Maio che col reddito di cittadinanza da oggi cambia lo Stato Sociale. La colonna sonora infatti diventa “Una vita in vacanza”, ha twittato ieri sera Maria Elena Boschi. L’ex ministro e sottosegretario PD ha scatenato una vera e propria ira social, e da ieri sera è stata letteralmente presa d’assalto da insulti e battute ironiche. La Boschi si è opposta all’approvazione del decreto legge che istituisce il Reddito, ma è finita col criticare e dare un giudizio sprezzante su chi non ha lavoro, sui disoccupati di oggi. Persone che di certo non vivono nell’oro. Persone che di certo vivono al minimo – truffe e magagne a parte. “C’è tutto il fallimento del PD in queste tre spocchiose, vergognose, tristissime righe“, scrivono gli utenti. “Si rende conto del disastro politico e mediatico di un simile post? E questa sarebbe la sua proposta alternativa?”, si legge.

 

Le risposte sono arrivate come un fiume e l’attacco più duro viene dal Movimento 5 Stelle, come riportato da Adnkronos, in particolare dall’animatore del villaggio, Alessandro Di Battista, lo stesso che paragonò la faccia della biondina al suo di dietro. “L’atteggiamento radicalchic rappresenta la loro morte politica. Partecipano alle cene da 6.000 euro a tavolo e scrivono queste stupidaggini trattando le persone che vivono in povertà come semplici fancazzisti”, ha scritto in riferimento alla cena con Salvini di qualche sera fa.Gli italiani ormai li odiano e neppure se ne rendono conto. Continuano imperterriti nella strada dell’arroganza. Si guardano l’ombelico, al massimo lo sguardo lo rivolgono solo verso l’ultima borsa di Hermes acquistata per far girare l’economia e appesa nell’armadio in mezzo alla naftalina. Ma la verità è che sotto naftalina ormai ci sono loro. Conserviamoli per i posteri. Affinché i futuri uomini politici sappiano come non diventare mai”, ha chiosato. Sempre calmo, Di Battista.

Cena a parte, Maria Elena non sembra la persona che ama le ristrettezze. Nell’ottobre del 2017 quando era ancora Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri  del Governo Gentiloni fu fotografata da un cronista a Capri mentre ballava all’Anema e Core, uno dei club più famosi dell’isola, frequentato da politici, attori, cantanti e uomini d’affari.

Le cronache raccontano che la Boschi arrivò nel locale con un gruppo di amici e passò la notte al Quisisana, hotel di lusso dell’isola, un posto da 600 euro a notte. Insieme a lei c’erano gli agenti della scorta di Palazzo Chigi con l’aggiunta di due poliziotti del Commissariato dell’isola.

Contro di lei, dopo il tweet sul Reddito, si è scagliato contro anche da Lo Stato Sociale, il gruppo che l’hanno scorso, a Sanremo, cantò proprio il brano citato dalla Boschi. “Una vita in vacanza, una vecchia che balla” . Il brano era un invito alle nuove generazioni a provarci e a non mollare. Non che il senso sia stato così dichiarato, ecco, visto che sembrava più una canzone da farsi una ballata – come faceva la nonnetta acrobatica – che da riflettere sul ruolo dei giovani. Comunque, il gruppo ha risposto a tono: “Noi, cara meb”  – il nome Twitter dell’onorevole, è andata sul risparmio di lettere – “preferiamo la piena automazione o un reddito di cittadinanza vero, non l’ennesimo sussidio di disoccupazione. Venite a cena con noi invece che con i leghisti per parlare di cose realmente di sinistra”.

E subito, piccata, la risposta della Boschi: “Rispetto la vostra opinione, ma per me il reddito di cittadinanza è una misura assistenzialista. Assegno di povertà c’è: è il REI” – il reddito di inclusione sociale, finito agli stranieri, più che agli italiani. “La sinistra è lavoro, non sussidio. Però mi fa piacere parlarne a cena. Fatemi sapere quando siete a Roma. Ciao”, ha risposto in serata l’ex ministro. Insomma, la Boschi ha preso gusto ad andare alle cene. Ma noi, ne facciamo volentieri a meno.

Fonti: Twitter Maria Elena Boschi, Adnkronos

 

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]