Home Persone Milena Silvestri, ex assessore, muore di cancro. Lascia quattro figlie

Milena Silvestri, ex assessore, muore di cancro. Lascia quattro figlie

CONDIVIDI

Capelli corti e biondi, degli occhi marroni e un nasino a punta. Un sorriso sereno mentre stringe tra le braccia tre delle sue quattro figlie. E’ il volto di Milena Silvestri, ex assessore all’ambiente a San Donà, paesino del Veneto, e dipendente comunale a Venezia, come architetto ai lavori pubblici. Aveva compiuto 47 anni lo scorso 8 Dicembre ed è morta ieri stroncata da un male contro cui lottava da circa un anno, come riportato da Il Gazzettino.

Milena Silvestri deceduta
Milena Silvestri con 3 delle sue 4 figlie

Le statistiche sull’incidenza tumorale sono sempre più critiche e sempre più sono i numeri di decessi per causa tumorale, nonostante le cure spesso spossanti e dolorose. Si stima che in Italia vi siano nel corso dell’anno circa 373.000 nuove diagnosi, e che ogni giorno se ne diagnostichino circa 1000.

I dati relativi al 2018, derivanti dalla collaborazione tra Associazione italiana di oncologia medica e Associazione italiana registri tumori, Fondazione AIOM e PASSI  – che si occupano dei progressi delle aziende sanitarie – sono allarmanti, anche se informano di un miglioramento delle percentuali di guarigione. Il cancro sembra comunque essere il male di questo secolo, determinato da una gamma di fattori estremamente vasto. Tra l’altro Venezia ha spesso tenuto il primato per il numero delle diagnosi di tumore, a causa, soprattutto, delle differenti condizioni socio-economiche e della vicinanza a impianti industriali inquinanti.

Milena ha lasciato il marito Nicolais Marchesan, architetto e ingegnere edile, e le sue quattro bimbe, la più grande di 9 anni e la più piccola di 4, come riportato da Nuova Venezia.

«Oggi è un giorno triste per molti di noi, Milena ci ha lasciati», ha detto esprimendo cordoglio il vicepresidente regionale del veneto Gianluca Forcolin. «Mi rivolgo prima di tutto alla mamma di quattro bambine, che ho avuto la fortuna di conoscere. Era stata molto attiva nella Lega e nell’amministrazione comunale di San Donà, ma oggi non penso alla figura legata alla politica, quanto a quella di madre che ha voluto crescere le figlie e dedicarsi alla sua famiglia, prima di questa morte prematura che getta tutti nel dolore. Siamo vicini alla famiglia di Milena in questo momento di lutto. Voglio ricordarla come un bravo amministratore locale, un bravo assessore ma più ancora come una grande donna e una grande mamma».

Laureata in architettura, dopo la libera professione, aveva trovato impiego in Comune a Venezia. Appassionata di politica, era entrata nella Lega diventando consigliere comunale. Aveva cominciato la sua battaglia per non far soffrire le sue bimbe, che ora sono senza madre.

Chiara Feleppa

Fonti: Il Gazzettino, Nuova Venezia

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org