Home News dal mondo «Nonna, vado a riposarmi ora». Nessuno è più riuscito a svegliare Jessica

«Nonna, vado a riposarmi ora». Nessuno è più riuscito a svegliare Jessica

CONDIVIDI

«Vado a riposarmi ora», ma la piccola Jessica non si è più svegliata. La piccola è morta a 9 anni a casa sua, in maniera del tutto inattesa. La bambina aveva detto alla mamma di avere un po’ di mal di testa e di voler andare a riposare, ma quando la nonna è andata da lei si è accorta che qualcosa non andava.L’ha chiamata, l’ha scossa. Ed è stato il panico

La bimba era distesa sul divano e sembrava tranquilla: nessun segno premonitore di quello che era accaduto: era stata colpita da un’ emorragia causata da un aneurisma cerebrale. Quando la nonna si è resa conto che la piccola non stava bene, Jess è stata portata subito in ospedale, è stata sottoposta ad un intervento chirurgico d’urgenza. La speranza di rivedere Jessica, saperla guarita, parlarci e tornare alla vita di ogni giorno si è via via affievolita. Dopo poche ore i famigliari hanno preso la decisione straziante di spegnere le macchine che tenevano in vita la bambina.

La tragedia è apparsa incredibile perchè Jessica è sempre stata serena, sana, non ha mai avuto alcun problema e la sua morte è arrivata come un fulmine a ciel sereno. La tragedia è accaduta a Walsall, West Midlands,

«La nonna l’ha trovata sul divano. Jessica si lamentava di un forte mal di testa ed aveva deciso di riposare per un po’. Non ci siamo allarmati al momento. Abbiamo pensato fosse semplicemente malata» ha raccontato la mamma, sconvolta, alla stampa locale  «I medici ci hanno detto che aveva una probabilità di sopravvivenza molto ridotta. Non è dipeso da ritardi nei soccorsi o da altro. E’ stato fatto tutto il possibile. Anche se fosse stata sulla soglia dell’ospedale quando è successo, sarebbe stato troppo tardi». Per far capire il loro stupore la mamma, nonostante il dolore straziante ha trovato la forza di spiegare come Jessica stava benissimo e non aveva mai lamentato malori o fragilità. Una bambina serena e sana, così sembrava.

Il giorno dell’ultimo addio a Jessica i presenti erano vestiti di rosa, il colore preferito dalla bambina, anche per sostenere il #TeamJess, un hashtag della raccolta benefica online avviata dalla famiglia a sostegno dei bambini. L’appello per la raccolta fondi ha raccolto oltre 1.000 sterline. I ricavi saranno donati all’ospedale pediatrico di Birmingham.