Home Politica Tragedia maltempo, critiche a Salvini: “Fai i selfie mentre ci sono...

Tragedia maltempo, critiche a Salvini: “Fai i selfie mentre ci sono i morti?”

CONDIVIDI

Tragedia maltempo: in molti hanno criticato un selfie di Matteo Salvini pubblicato su Twitter.

In molti accusano il vicepremier di utilizzare le tragedie che accadono – come quella di Desirée Mariottini a Roma – per strumentalizzarle e farle diventare un circo mediatico a proprio favore. Matteo Salvini non è certamente uno sprovveduto e sa usare i media e i social, pertanto certe critiche lasciano sempre il tempo che trovano.

Tragedia maltempo: Salvini criticato per un selfie 

Questa volta è finito nel mirino un suo selfie pubblicato su Twitter in cui il ministro dell’Interno sorride mentre si sta recando a Belluno per aiutare le prime persone colpite dal maltempo: “Tuta della Protezione Civile e si parte direzione Belluno, per visitare le zone colpite da frane e alluvioni e portare i primi aiuti concreti del Governo. Buona domenica Amici, chi si ferma è perduto”.

Non sappiamo se abbia dato più fastidio il volto poco dimesso di Salvini o la frase presa da Mussolini, sta di fatto che in pochissimo tempo il tweet ha ricevuto oltre 2200 commenti, molti dei quali dei cosiddetti “leoni da tastiera”. Ecco alcuni degli interventi: Dieci morti a Palermo stanotte E il primo pensiero di Salvini e @lumorisi è il selfie sorridente da dare in pasto ai fans Fate schifo“, oppure “Che brutta infanzia deve aver avuto il curatore d’immagine dello #sciacallo Tanta pietà” o ancora “Faccina che che strizza l’occhio, sorriso compiaciuto, in motoscafo a Venezia, e va a Belluno? Vergogna niente?”. 

Ma c’è anche qualcuno che lo difende, con un dialogo molto interessante tra alcuni utenti che appartengono a fazioni opposte: “Finché lo facevano i piddini, il portare aiuto era fatto bene. Ora lo fa Salvini è inopportuno. Ma smettila di scrivere stupidaggini.” risposta: “Le “stupidaggini” le scrive lei, che tifa per questo tipo di propaganda irrispettosa delle tragedie nazionali. Per me è inaccettabile da qualsiasi parte politica arrivi, nessuno escluso”. Ulteriore commento: Un sorriso non ha mai ucciso nessuno. Non faccia polemiche sterili …” e ulteriore risposta: “Ma guardi che “sterile” è proprio quel sorriso, stampato sul volto di un ministro dell’Interno che, invece di stare pancia a terra sulle diverse tragedie nazionali di queste ore, perde il suo tempo a farsi selfie inopportuni e irrispettosi proprio di quei contesti così sconvolti”.

Salvini ha prontamente risposto: “Se vado, mi criticano perché vado. Se non vado, mi criticano perché non vado. Se sono triste non va bene, se sorrido non va bene. Sapete una cosa, cari criticoni, professoroni e giornalisti di sinistra? Me ne frego, penso agli Italiani e continuo a lavorare!”.