Home Politica Daniela Santanchè, come donna, si rivolge a Salvini

Daniela Santanchè, come donna, si rivolge a Salvini

CONDIVIDI

 

L’emergere di una nuova verità sul caso di Stefano Cucchi ha sollevato diverse polemiche e molti esponenti politici hanno espresso la propria opinione in merito, come Daniela Santanché.

Qualche giorno fa sono state diffuse le importanti dichiarazioni di Francesco Tedesco, uno dei carabinieri imputati per la morte di Stefano Cucchi. Le parole dell’uomo hanno messo in luce una verità nuova: il geometra romano arrestato per droga e poi morto all’ospedale Pertini di Roma sarebbe stato percosso in maniera violenta in caserma al momento dell’arresto. Il militare era presente e ha visto i suoi colleghi infierire su Cucchi, poi gli sarebbe stato intimato il silenzio sull’intera vicenda. Proprio lo stesso Tedesco nel gennaio del 2016 era stato inconsapevole protagonista di un episodio destinato a creare molte polemiche in questi giorni. Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, aveva pubblicato un’immagine che ritraeva il suddetto carabiniere al mare, in costume da bagno. La donna aveva espresso la sua indignazione di fronte alla libertà di uno di quelli che riteneva responsabili della morte del fratello. Sulla questione era intervenuto Matteo Salvini, invitando Ilaria a vergognarsi per aver pubblicato un post “che fa schifo”. L’attuale vicepresidente del Consiglio aveva quindi ribadito il suo appoggio incondizionato all’Arma. In quella stessa occasione, però, aveva avuto parole dure per gli uomini delle forze dell’ordine colti a commettere reati: “Se l’un per cento sbaglia, deve pagare il doppio”.

Caso Cucchi, la Santanchè a Salvini: “Fossi in lui chiederei scusa”

A tal proposito, la senatrice di Fratelli d’Italia Daniela Santanchè intervistata sul caso Cucchi, dice di riconoscere “a Ilaria Cucchi come donna e come madre il grande coraggio di non essersi mai fermata. Sono contenta che ci sia stata la verità”. Inevitabile il riferimento alle passate parole di Salvini e alla possibilità per il vicepremier di scusarsi per quanto detto. Così ha risposto la Santanchè: “Come sorella la capisco ma bisogna trovarsi a fare il ministro. Però io come donna avrei chiesto scusa”. Già precedentemente la senatrice era intervenuta sulla vicenda, subito dopo la sentenza di assoluzione del processo che vedeva imputati carabinieri, polizia penitenziaria e medici del Pertini. L’esponente parlamentare aveva definito la decisione una mancanza di giustizia per la morte del ragazzo.

Ecco il video con le parole della senatrice Santanchè su Salvini e il caso Cucchi:

Alessandra Curcio