Home Persone Lory Del Santo non è andata ai funerali del figlio suicida, ma...

Lory Del Santo non è andata ai funerali del figlio suicida, ma non giudichiamola

CONDIVIDI

Quando si è madri impari a tue spese che l’amore più grande, indicibile, per i propri figli è paradossalmente anche quello più spaventevole, perché ha fin da subito a che fare con la paura. Con il passare del tempo ci si abitua, ci si scherza anche sopra, ma lei, l’angoscia non se andrà mai. D’altronde non abbiamo inventato nulla: lo dicevano già i Greci che eros e thanatos – amore e morte – sono le facce di una stessa medaglia.


Ovvio comunque che un conto è saperlo, un altro è viverlo sulla propria pelle. Qual è la cosa che temono di più i genitori? Di perdere i propri figli, di non vederli più, di sapere che non c’è rimedio a questo. Nulla è più crudele per l’essere umano, tanto che il linguaggio – capace di inventarsi termini persino per il più infinitesimale degli strumenti – non è mai stato in grado di definire con una parola la morte di un figlio. Non c’è, non può esistere, perché significherebbe dare un significato a ciò che un senso non ha. Si può andare avanti, persino vivere, ma senza la stessa forma di prima.

Per questo crediamo che Antonello Piroso, ex direttore del TG La 7, abbia espresso un giudizio piuttosto severo verso una madre, non verso il personaggio pubblico Lory Del Santo: “Il 29/8 ricevo whatsapp:”Figlio più piccolo #LoryDelSanto suicida a LA. Lo dice la di lei sorella. Lory non va a funerali per paura di esclusione #GFVIP” Lory ora:”Avevo deciso di non partecipare, invece al GF ci vado come terapia”. Io invece mi farei vedere direttamente da uno bravo”.  Ognuno può infatti affrontare il lutto a modo proprio e questo la signora Del Santo lo sa bene, visto che già una volta ha dovuto affrontare questo immenso dolore dopo la perdita nel 1991 del figlio Conor di 4 anni. Eric Clapton, musicista e all’epoca compagno di Lory, ci ha scritto sopra la canzone “Tears in Heaven” che ha venduto milioni di copie e che gli ha fatto vincere pure tre Grammys. E’ stato mai accusato da qualcuno di averci speculato sopra? Qualcuno gli ha mai detto che un padre non avrebbe dovuto trarre profitto dalla morte del figlio?

Il fatto che non sia ancora entrata nella Casa del GFVIp, definito una “terapia” durante la trasmissione “Verissimo” in cui ha confessato la morte del figlio, sta a significare che forse ha deciso di vivere il suo dolore altrove. Anche se però decidesse di farlo sotto i riflettori, chi siamo noi per giudicare? Sappiamo che il mondo dello spettacolo è apparenza e verosimiglianza, eppure chissà che proprio sotto gli occhi di tutti Lory non trovi la forza per lasciarsi andare e viversi appieno il suo lutto. E qualora non dovesse farlo, state pur tranquilli che non se lo dimenticherà mai.