Home Cronaca Salvini in ospedale da un poliziotto ferito. Nel reparto appiccano un incendio...

Salvini in ospedale da un poliziotto ferito. Nel reparto appiccano un incendio per protesta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:21
CONDIVIDI

 

Un incendio in ospedale per protesta contro Salvini. Il ministro degli Interni  è andato in visita questa mattina a Genova all’ospedale San Martino, per andare a trovare  il sovrintendente della polizia di Stato ricoverato dopo essere stato ferito a coltellate da un ventenne, Jefferson Tomalà, rimasto ucciso dall’intervento di un altro agente in difesa del collega.

La colluttazione tra gli agenti e il giovane è avvnuta domenica a Sestri. Il Mnistro ha detto di aver portato al poliziotto ferito «l’affetto di 60 milioni di italiani. A lui, alla moglie e alla figlia». Ci sono state «cinque coltellate di cui due a pochi centimetri dal cuore, per cui è vivo grazie al buon Dio che ha guardato giù e grazie al collega che ha fatto l’unica cosa che poteva fare, difenderlo dall’assalto di quel ragazzo», ha sottolineato Salvini che aveva già preso posizione sulla vicenda Twitter con l’hastag #iostoconchicidifende.

Sul caso si era espresso il Capo della Polizia Franco Gabrielli, «Queste vicende lasciano sempre amarezza: anche quando muore una persona che delinque e che si è posta in condizione di offesa nei nostri confronti. Mi fa piacere che ne ha contezza anche il collega perché. Non dobbiamo  mai perdere quel profilo di umanità che alla fin fine contraddistingue in positivo la nostra attività». Il poliziotto che è intervnuto in difesa del collega è stato indagato per omicidio colposo per eccesso nell’uso delle armi. Un atto dovuto. «Abbiamo molta fiducia nell’iter giudiziario e c’è la massima e assoluta e convinta fiducia nell’operato della magistratura» aveva commentato sul punto il Capo della Polizia.

Lourdes, la madre del ragazzo parlando della morte del figlio ha detto: All’agente che ha sparato a mio figlio dico che è un incompetente e non merita la divisa, se la deve togliereMio figlio – ha proseguito la donna in lacrime – era una bravissima persona. Lo hanno ucciso come un animale. Chiedo giustizia. Spero che un giorno – ha continuato la donna – l’agente che ha fatto questo si penta. Mio figlio li ha aggrediti perché ha reagito allo spray al peperoncino. Non si meritava questo“.

«Non mi permetto di commentare una mamma che perde il figlio. – ha detto Salvini – Se il figlio non avesse accoltellato una due tre quattro cinque sei volte una persona che sta facendo il suo lavoro oggi sarebbe vivo e vegeto su questa terra. Capisco il dolore della mamma però sono al fianco di chi indossa una divisa, in questo caso ha fatto solo e soltanto il suo dovere».

Secondo quanto emerso dall’esame esterno del cadavere effettuato dal medico legale incaricato dal pm il ragazzo ragazzo sarebbe stato colpito con almeno cinque colpi di pistola all’altezza del torace in punti vitali.  “Era necessario tutto questo, sparare a un ragazzo di 20 anni armato solo di un coltellino da cucina?” si chiedono i legali che assistono i familiari di Jefferson Tomalà. “Il giovane non era un delinquente gli agenti in casa erano almeno otto e lui è stato colpito ad altezza uomo, non alle parti basse o alle braccia per disarmarlo“.

Qualcuno stamattina non ha gradito la presenza del Ministro in ospedale e, ha scopo dimostrativo ha acceso un rogo usando dei panni dentro un ascensore in disuso nel reparto Specialità del Policlinico. Il fatto è accaduto ntorno alle 6.30 di questa mattina a poche ore dalla visita di Salvini. La segnalazione dell’incendio nel reparto Specialità ha fatto subito scattare le indagini da parte dei carabinieri e della Digos. «Il rogo, di piccola entità – come riferisce una nota ufficiale dei vigili del fuoco – è stato spento da due infermieri e dalla squadra antincendio dell’ospedale. Il lavoro dei vigili del fuoco è stato quello di far uscire il fumo con un ventilatore».

Intanto non accenna a diminuire  la protesta contro il Ministro, assunto a simbolo negativo da parte di Roberto Saviano, che ha esplicitamente invitato le Forze dell’Ordine a disubbidirgli. Dopo di lui non sono mancate proteste, spesso sopra le righe. Qualche giorno fa Rosanna Casale aveva pubblicato sui social questa frase “Prendete i figli di Salvini e metteteli a bordo dell’Aquarius. Ora”

In queste ore tocca al rapper romano Gemitaiz che ha pubblicato su Instagram Stories questa frase “Salvini, ti auguro il peggio. Se muori facciamo una festa”. Un messaggio d’odio che figlio delle polemiche, da Saviano in poi, seguite all’insediamento del Governo Conte e alla scelta di Salvini come Ministro. per il caso della nave Aquarius.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]