Home Persone Francesca Fioretti, il primo sorriso dopo la tragedia

Francesca Fioretti, il primo sorriso dopo la tragedia

CONDIVIDI

 

Francesca Fioretti il primo sorriso dopo la tragedia. La giovane mamma ricomincia dalla figlia Vittoria dopo la scomparsa del fidanzato Davide Astori, scomparso improvvisamente lo scorso 4 marzo a soli 31 anni. Francesca, è stata sorpresa da “Vero” mentre lei e la figlia giocano divertite sulle giostre in un parco di Milano. Sono immagini semplici e in qualche modo rassicuranti, che ricordano quanto accaduto qualche giorno fa a Carlotta Mantovan, che ha ritrovato il sorriso grazie alla figlia Stella.

Entrambe le donne hanno in comune una gentile ma ferma riservatezza, una calma determinazione nel volersi ritrarre e stringere agli affetti più cari per superare un lutto improvviso e devastante che, solo pochi mesi fa, non avrebbero mai pensato di dover affrontare. Entrambe hanno ripreso a vivere, in silenzio e con gentilezza, partendo da cioè che le ha legate e continuerà a legarle per sempre: la figlia avuta dal compagno amato. Le foto di Carlotta con la piccola Stella, dopo le immagini dolorosissime delle esequie di Fabrizio Frizzi dove lei, impossibilitata dal dolore a dire anche una sola parola – il suo messaggio di ringraziamento fu affidato ad un foglio scritto – e pochi giorni dopo le foto di Francesca che sorride alla figlia, sono un racconto di vita, bello e riconciliante. E si comprende come il sorriso nel rapporto tra genitori e figli sia fondamentale: viene in mente proprio il sorriso di Fabrizio Frizzi, che nel suo ultimo compleanno sorrideva sereno – pur sapendo che il suo destino era segnato – pur di veder sorridere sua figlia Stella.Qual sorriso valeva per lui più della vita stessa, c’è da giurarlo. Qualche mese dopo la tragedia e, settimane più tardi, il sorriso di Carlotta alla figlia Stella, come se i due genitori si fossero passati il testimone: dalla vita alla morte e di nuovo alla vita.

Ora il sorriso di Francesca, per far sorridere la sua Stella. E sembra essere anche un sorriso di ringraziamento: a Davide per aver fatto in tempo a donarle una felicità simile, prima che il destino le donasse il dolore. E un grazie il suo Davide forse non vede l’ora di dirlo a lei, per come cresce e crescerà al loro figlia. “Grazie è una parola semplice ma unica, come Davide” ha scritto qualche giorno fa Francesca insieme ai familiari di lui. Un messaggio per persone che sono state loro vicine, anche con il pensiero. Ed è facile immaginare che questa frase Francesca l’abbia dette sorridendo, quel sorriso con cui cerca ora il sorriso della piccola.

Ecco, il sorriso dei bambini. Perchè è quello che ci annuncia la fine del dolore. Ne sa qualcosa un’altra persona famosa, ma semplice negli affetti, Leonardo Bonucci, felice di pubblicare qualche giorno fa l’immagine di suo figlio Matteo, dopo la guarigione, sorridente davanti ad una torta semplice semplice: una merendina con sopra poche candeline accese. Momenti che non hanno prezzo, momenti che sono la vita stessa per genitori dal cuore spezzato, pieni di dolore perchè sanno che devono morire e non potranno crescere i loro figli o perchè li dovranno crescere da soli. E dopo un viaggio terribile genitori con il cuore pieno di riconoscenza perchè il loro bambino è guarito, come Matteo, e sorride. Come Stella e Vittoria.