Home Persone Elena, uccisa dalla buche di Roma, l’addio della mamma

Elena, uccisa dalla buche di Roma, l’addio della mamma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:43
CONDIVIDI

Elena, incidente via OstienseSi sono svolte ieri a Roma le esequie di Elena la ragazza di 26 anni sulla via Ostiense, a Roma, sbalzata dalla sua due ruote per colpa dell’asfalto sconnesso. La 26enne ha concluso la sua giovane vita contro un guard-rail mentre domenica percorreva la strada del mare. Nelle ore successiva alla tragedia, dopo che la Polizia Municipale aveva chiarito la dinamica del decesso gli amici ed i famigliari della ragazza hanno espresso il loro rammarico per una morte non dipesa da imprudenza della ragazza ma dal degrado delle strade di Roma. Il fratello di Elena, Marco, sconvolto dalla perdita di una sorella meravigliosa, ha dichiarato: “Era un sogno di ragazza, ora non c’è più per colpa di quelle maledette radici, può essere andata solo così, ho visto le foto, si notano gli avvallamenti sull’asfalto, la strada dissestata”.

Poche ore dopo l’incidente la mamma di Elena, Graziella Viviano, sconvolta, aveva dichiarato: “Sono stata sull’Ostiense, non può essere stata colpa se non delle radici o di una buca o di quello schifo di strada“. Non si dà pace Graziella Viviano, la mamma di Elena Aubry. “Un testimone – continua la donna – ha riferito di averla vista sobbalzare all’improvviso, nonostante andasse piano“.

L’idea della madre è stata confermata da un post sulla pagina FB “Donne della Polizia di Stato” dove si attribuisce la morte della ragazza alle condizioni dell’asfalto, corroso e rotto in più punti dalle radici dei pini.

Elena Aubry la commozione della mamma

E’ giunto dunque il giorno dell’addio. Una nuvola di palloncini bianchi verso il cielo e il rombo delle moto degli amici bikers hanno salutato la ragazza per l’ultima volta. Tantissime le persone presenti. Qualche ora prima delle esequie la mamma di Elena, Graziella, aveva invitato i motociclisti di Roma riuniti nel gruppo facebook HP Bikers Team, a prendere parte all’ultimo saluto a sua figlia Elena. HP Bikers Team ha reso noto che la mamma della motociclista ha invitato espressamente i centauri ad indossare di appartenenza dei rispettivi motoclub e delle rispettive associazioni. I funerali  si sono svolti nella parrocchia di Nostra Signora di Coromoto in viale dei Colli Portuensi. Commozione in chiesa quando a parlare è la madre di Elena, come riportato da Il Messaggero: «Mi dice “mamma non piangere, ma battiti affinché non succeda ad altri quello che è accaduto a me”». Graziella ripete ai presenti quello che va ripetendo ormai da una settimana: la sua amata figlia «non correva». Dopo si rivolge agli appartenenti dei motoclub: «Ho conosciuto il mondo bellissimo dei motociclisti, un mondo di persone che hanno tanto cuore».

Fonti: Il Messaggero, Donne della polizia di stato Facebook

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]