Home Persone Torino, donna invade la corsia opposta: lei si salva, ma fa una...

Torino, donna invade la corsia opposta: lei si salva, ma fa una strage

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:17
CONDIVIDI

incidenteTre persone sono morte questa sera nello scontro frontale tra due auto. L’incidente a La Loggia, in provincia di Torino, sulla provinciale che porta a Carignano. La strada è chiusa al traffico per consentire l’intervento dei soccorritori. Con i sanitari del 118 sono presenti i carabinieri, che indagano sull’esatta dinamica dello schianto, e i vigili del fuoco.

Le tre vittime viaggiavano su una Fiat Grande Punto sulla quale è rimasta ferita anche una quarta persona, come riportato da La Stampa. L’auto è stata centrata da un’Audi Q3, guidata da una donna di 41 anni, che per cause in corso di accertamento – forse un colpo di sonno – ha invaso la corsia opposta. La conducente dell’Audi non è in pericolo di vita. Sul posto, con vigili del fuoco e 118, stanno operando i carabinieri di Vinovo. Le vittime sono un’intera famiglia che ha perso la vita: Gino Sinigallia di 74 anni, la moglie Rosa Turazzi di 73 anni e la figlia Barbara Sinigallia di 39 anni.  Il ferito, un uomo di 47 anni, è stato trasportato all’ospedale Santa Croce di Moncalieri. Si tratterebbe del marito di Barbara che trovandosi nel lato posteriore destro ha evitato l’impatto con la macchina.

I carabinieri non hanno trovato alcuna traccia di frenata, prova tangibile che né un’auto né l’altra è riuscita ad evitare l’impatto. E’ stato inoltre disposto il controllo all’etilometro, visto che rischia una denuncia per omicidio stradale.

Fonte: La Stampa

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]