Home News Mondo “Alfie sta morendo, guardate. Perchè perdere tempo?”. Il papà non si arrende

“Alfie sta morendo, guardate. Perchè perdere tempo?”. Il papà non si arrende

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:09
CONDIVIDI

lottaUna lotta che è destinata a continuare fino all’ultimo. Quella tra i giudici ed di Alfie Evans. Il piccolo, senza l’ausilio dei macchinari, starebbe ormai morendo. «C’è un consenso generale» che il bambino ormai «stia morendo». Ad affermarlo lady King, una dei tre giudici della Corte d’Appello britannica durante l’udienza di oggi sul caso del piccolo Alfie. Parole a cui Paul Diamond l’avvocato della famiglia ha risposto ammettendo che in queste ore si è verificato «un cambiamento significativo di circostanze» come conseguenza del distacco dei macchinari salvavita ma che Alfie «respira ancora».

Uno scatto di Alfie, che i genitori del piccolo ricoverato nell’ospedale pediatrico di Liverpool hanno reso pubblico -ritrae il piccolo con il capo sulla spalla della mamma nella stanza d’ospedale dove ieri sera alle 22, ora inglese, i medici gli avevano staccato la spina, dopo averlo sedato, aspettando che giungesse la morte del bambino in pochi minuti. Ma non è accaduto, come riportato dall’Ansa.

L’avvocato ha insistito che Alfie «non può restare prigioniero dell’ospedale di Liverpool e bloccato da un verdetto emesso originariamente tre mesi fa» quello del via libera a staccare la spina: visto che la situazione mutata per l’inattesa resistenza del bambino dopo il distacco dal ventilatore. «Per lui c’è una fantastica alternativa di assistenza disponibile in Italia dove malgrado tutto il piccolo può avere ancora avere qualche gioia di vivere». Un’ipotesi non da escludere perché «va oltre la nostra conoscenza», ha concluso. L’avvocato Coppel per conto di mamma Kate ha chiesto anche lui alla Corte di autorizzare il trasferimento del piccolo in Italia, in nome della sua recente cittadinanza italiana, della sua sopravvivenza in tutte queste ore e di alcuni «progressi» mostrati.

Dopo le notizie emerse nell’udienza d’appello secondo cui Alfie è ormai allo stremo papà Tom chiede di «non lasciar nulla d’intentato»  finché possibile. Il suo messaggio è ancora: «Salvate mio figlio, si è ripreso per la terza volta». Ha insistito: «il guerriero lotta ancora. È tornato, ha avuto solo un calo, è diventato pallido, le labbra si sono un pò scurite, ma è tornato», ha scritto il padre. «Voglio solo che tutti sappiano che Alfie si è stabilizzato».

Fonte: Ansa

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]