Home News Mondo Alfie, parla il medico: “morirà di denutrizione e la morte potrebbe avvenire...

Alfie, parla il medico: “morirà di denutrizione e la morte potrebbe avvenire lentamente”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:44
CONDIVIDI

denutrizione
“Alfie morirà di denutrizione. Ha mostrato una vitalità sorprendente ma la situazione è disperata, dopo l’ennesimo no dei giudici al trasferimento in Italia. Anche se il piccolo Alfie continua a respirare autonomamente, ora l’emergenza è anche rappresentata dalla mancanza di nutrizione: senza alimentazione, infatti, la sopravvivenza può variare da poche ore a pochi giorni a seconda delle condizioni di partenza del paziente». A sottolinearlo all’ANSA è il direttore scientifico dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, Bruno Dallapiccola.

Il bimbo, affetto da una grave malattia neurodegenerativa, continua a respirare senza l’ausilio di macchinari per la ventilazione già da molte ore e, come ha affermato il padre in un post la scorsa notte, il bambino non riceve nutrizione. In queste condizioni, ha rilevato Dallapiccola, «il piccolo Alfie non potrà resistere a lungo senza l’apporto di sostanze nutrizionali attraverso flebo. Senza l’apporto nutrizionale, infatti, la sopravvivenza può variare da poche ore a qualche giorno».

Ovviamente, ha precisato, «la durata della sopravvivenza è condizionata dalle condizioni di partenza del paziente, e nel caso di Alfie non possiamo pronunciarci con certezza non avendo avuto modo di visitare il bambino». Ad ogni modo, ha concluso il direttore scientifico del Bambino Gesù, «indipendentemente dal fatto che il piccolo continui a respirare autonomamente, ora la mancanza di apporto nutrizionale rappresenta un’emergenza».

Fonte: Ansa

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]