Home Persone Perde la casa, vive in auto e muore. Una brutta fine per...

Perde la casa, vive in auto e muore. Una brutta fine per Isabella Biagini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:07
CONDIVIDI

 

BiaginiUn brutto finale per Isabella Biagini, all’anagrafe Concetta Biagini: gli ultimi anni della sua vita sono stati segnati da una spirale negativa, dopo la perdita della casa, il periodo a vivere in macchia e le accuse di essere coinvolta nel rogo della stessa.
L’attrice capitolina, che aveva 74 anni, si è spenta stamane alle 8.52 nella clinica “Antea Hospice” al Santa Maria della Pietà a Roma dove era ricoverata da un mese per cure palliative. Aveva avuto un’ischemia lo scorso novembre e da allora si erano perse le sue tracce, come riportato da Repubblica.
“La signora Biagini ci ha lasciati questa notte alle 03.40”: questo è quanto dichiarato a Il Sabato Italiano, il programma condotto da Eleonora Daniele su Rai1, il dott. Umberto Palleschi, dell’Antea Hospice: “Era affetta da una malattia che non poteva guarire – ha aggiunto – non posso dire di più per motivi di privacy”.

Conosciuta come attrice, la Biagini ha avuto diverse parti e ruoli minori in commedie italiane – da  Steno a Luciano Salce, da Mario Camerini a Sergio Corbucci – ma l’ultima parte della sua vita l’ha passata nel disagio a causa degli incontri sbagliati e del dolore per la morte dell’unica figlia nel 1998, a causa di un tumore.

Oltre a ciò, dopo diverso tempo di difficoltà professionali, viveva con una pensione di 700 euro al mese, a cui avevano fatto seguito un incendio e lo sfratto da casa. Le ultime sue foto la ritraevano come una senzatetto su una panchina, fino all’ischemia che l’avrebbe colpita in autunno.

Fonti: Repubblica, Il Sabato Italiano

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]