Home Cronaca “Fabrizio verrà sepolto qui da noi. Era un amico vero, torna tra...

“Fabrizio verrà sepolto qui da noi. Era un amico vero, torna tra amici”

CONDIVIDI
Fabrizio
(Archivio)

La salma di Fabrizio Frizzi  è attesa in un luogo a lui caro nel primo pomeriggio di oggi dopo le esequie in tarda mattinata alla chiesa degli Artisti di Roma. E’ attesa nel luogo dove ha trascorso molti giorni della sua adolescenze e giovinezza: Fabrizio riposerà nel cimitero di Bassano Romano non lontano da Viterbo, accanto alla mamma e al papà Fulvio, nella cappella di famiglia nel piccolo cimitero del posto.

Fabrizio a Bassano Romano ha trascorso anni importanti della sua adolescenza e gioventù, lasciando molti amici. Un luogo dove vhi lo conosce lo descrive con affetto e riconoscenza: “Piango un amico vero, di quelli che dall’infanzia di porti dietro con sincerità. Quello con Fabrizio era un rapporto basato sulla reciproca stima, ci sentivamo spesso e quando veniva a Bassano ci vedevamo con affetto”:  così parla di lui Claudio Nisati, di professione panettiere.

«Bassano abbraccia e piange uno dei suoi figli. Lo ricordo per la grande umiltà, l’educazione, il garbo, la simpatia. Una persona gentile, che sapeva farsi voler bene. Cresciuto nel nostro paese, non ha mai dimenticato le amicizie di gioventù, è rimasto legato alle nostre tradizioni, alla gente, ai luoghi». Così lo ha ricordato il sindaco Emanuele Maggi.

Ricorda Frizzi anche Elisa Anzellotti, la viterbese già campionessa per 6 puntate de L’Eredità: “Provo un grande affetto per lui:  la notizia della sua morte è stata davvero un dolore, condiviso anche con gli altri concorrenti della trasmissione con i quali, da quei giorni, abbiamo un gruppo Whatsapp grazie al quale siamo rimasti in contatto. Quando arrivai per il programma, la prima cosa che mi colpì furono le parole degli addetti alla produzione che ci parlarono benissimo di Fabrizio, rassicurandoci che ci saremmo trovati perfettamente a nostro agio con lui anche durante la registrazione, perché era una persona disponibilissima e di grande valore umano, ‘una rarità nel nostro mondo dello spettacolo’, ci dissero. E mai parole furono più azzeccate“.