Home Altre News Davide Astori, utimo addio. Malore per il papà di Francesca

Davide Astori, utimo addio. Malore per il papà di Francesca

CONDIVIDI

funerali

Funerali di Davide Astori. Il feretro di Davide Astori ha fatto il suo ingresso nella Basilica di Santa Croce a Firenze, intorno alle 10.30: tutta la città e il mondo del calcio sono giunti per i funerali dello sfortunato Capitano della Fiorentina. «In questa Basilica vengono onorati i cittadini illustri di Firenze. Davide Astori, un esempio a livello umano, sarà un fiorentino per sempre». Questo un estratto dei passaggi dell’omelia del cardinale Giuseppe Betori, che sta celebrando i funerali dello sfortunato Capitano della Fiorentina a Santa Croce.  A officiare la cerimonia funebre, iniziata poco dopo le 10.30, il cardinale Giuseppe Betori, il cappellano della Fiorentina don Massimiliano Gabricci e il parroco del paese natale di Davide. Durante l’attesa dell’arrivo del feretro, il padre della compagna del calciatore, Francesca Fioretti, ha accusato un malore ed è stato soccorso all’interno della Basilica, ma ora sta meglio.

Un silenzio surreale, ma decisamente intimo, interrotto sporadicamente da fragorosi applausi: così il popolo fiorentino, e non solo, attende l’ingresso del feretro di Davide Astoriall’interno della Basilica di Santa Croce a Firenze. L’arrivo dello sfortunato Capitano della Fiorentina, poco dopo le 10, era stato salutato con applausi assordanti della piazza dove si sono radunati i tanti tifosi che non sono riusciti a trovare posto all’interno della Basilica. In migliaia hanno voluto esserci per i funerali.

Applaudito dalla folle immensa di persone che hanno voluto dare l’ultimo saluto al giovane capitano Federico Bernardeschi, che con Astori ha giocato in nazionale e con la Fiorentina e che in estate è andato a giocare alla Juventus. Accolti da un lungo applauso Diego e Andrea Della Valle, così come Massimiliano Allegri (visibilmente commosso) e gli altri juventini Barzagli, Buffon, Chiellini e Marchisio.

Oltre ai circa 10mila tifosi presenti c’era anche la Fiorentina al completo e tanti personaggi importanti, non soltanto dello sport. Oltre all’ex sindaco di Firenze Matteo Renzi, a Francesco Toldo – uno dei giocatori che sono rimasti maggiormente nel cuore ai tifosi viola – si sono visti Enrico Chiesa, Di Biagio, Van Basten, Totti, Costacurta, l’ex commissario tecnico Ventura, Franco Baresi, Emilio Butragueño, Malagò, il ministro Lotti, Peruzzi e Pippo Inzaghi.

ll feretro di Astori, partito da Coverciano – sede della Nazionale – è arrivato intorno alle 10:00, dopo che era stato fatto passare anche davanti allo stadio Artemio Franchi. Quando il corpo del capitano è arrivato in piazza Santa Croce, c’è stato davvero un silenzio surreale e di incredulità che hanno reso questa giornata davvero difficile. Un giovanissimo padre, compagno e giocatore oggi continuerà a vivere nel cuore di chi lo ha amato. Soprattutto nel cuore delle sue donne, Francesca e la piccola Vittoria, di appena 2 anni, che avrà sempre a fianco il suo papà, solo che in forma diversa.

Oggi stesso la Fiorentina riprenderà gli allenamenti per celebrare Astori anche in campo.