Home Casi Antonietta non sarà presente ai funerali di Martina e Alessia

Antonietta non sarà presente ai funerali di Martina e Alessia

CONDIVIDI
(Websource/Facebook)

Si è svegliata. Antonietta Gargiulosi è risvegliata dalla sedazione a cui è stata sottoposta dal 28 febbraio scorso, quando, da Cisterna di Latina è arrivata nel reparto di terapia intensiva del San Camillo di Roma ferita da tre colpi di pistola esplosi con rabbia dal marito Luigi Capasso, che prima di suicidarsi ha ucciso le loro figlie di 7 e 13 anni, Martina e Alessia. La mamma sembra rispondere Risponde agli stimoli uditivi ma l’imbragatura al volto dovuta all’intervento con cui i medici le hanno ricostruito la mandibola non le permettono di parlare. Con cautela, si sta tentando, con supporto degli psicologi e dei familiari, di riportare la donna alla realtà ma prima è necessario sapere cosa lei ricordi dell’accaduto. Una procedura lenta e dolorosa; difficile da prevedere il tempo necessario per portarla a compimento. Le sue condizioni sembrano in via di miglioramento, considerando le ferite riportate. Non è più sedata ma resta ricoverata nel reparto di terapia intensiva del San Camillo di Roma. Non le è stato ancora comunicato della morte delle figlie. Metterla al corrente di quello che è successo potrebbe rappresentare un trauma insuperabile ed è questo che preoccupa i parenti più prossimi della donna. E’ stata intanto fissta la data ed il luogo dei funerali di Alessia e Martina. Il rito funebre per le sorelline si svolgerà venerdì mattina nella chiesa di San Valentino a Cisterna, la chiesa dove la madre delle piccole, Antonietta Gargiulo faceva la catechista. Improbabile la sua presenza dato che è ancora in terapia intensiva al San Camillo di Roma.