lunedì, luglio 23, 2018
Home Cronaca Macerata: ragazza travolta da un’auto, arrestato il padre

Macerata: ragazza travolta da un’auto, arrestato il padre

CONDIVIDI
(Websource/archivio)

E’stata arrestato dai Carabinieri di Macerata per la morte della figlia. Sembrava un incidente stradale ad aver posto fine alla vita di Azka Riaz, una 19enne pakistana trovata sabato sera su una strada provinciale a Trodica di Morrovalle, in provincia di Macerata. La ragazza sembrava essere stata travolta da un’automobile mentre camminava ma il magistrato di turno al momento del sinistro, il sostituto procuratore Micaela Piredda, ha ricordato il nome della ragazza, che doveva essere sentita nei prossimi giorni in incidente probatorio per un caso di maltrattamenti in famiglia. Quando ha saputo che il padre era sul posto, ha chiesto tutti gli accertameni del caso. Azka abitava con il padre a Recanati, mentre tre fratelli più piccoli due maschi e una femmina si trovano in una comunità. La madre invece dovrebbe essere in Pakistan.

Il medico legale ha confermato l’intuizione del magistrato: durante i primi accertamenti non ha trovato traumi che potessero essere stati causati da un incidente, ma contusioni e tumefazioni, in particolare al viso, conseguenti a percosse. L’auto, che secondo il racconto di Riaz avrebbe investito la figlia, non presentava segni evidenti di un incidente. Il conducente, un un 52enne di Montecosaro, che al momento resta indagato per omicidio colposo, ha raccontato di avere superato la ragazza mentre giaceva esanime a terra e di non averla travolta. Il padre, Muhammad Riaz, un muratore ormai in Italia da molti anni, interrogato, ha respinto ogni accusa, ma alla fine è stato fermato ed è rinchiuso nel carcere Montacuto ad Ancona. Secondo il difensore sarebbe: “distrutto dal dolore”. Il sospetto è che la ragazza volesse affrancarsi dai costumi della sua terra d’origine, cose che il padre non voleva accettare.

Sarà l’autopsia achiarire definitivamente le cause del decesso.