Home News dal mondo Prende a pugni nello stomaco la figlia della compagna, la mamma assiste...

Prende a pugni nello stomaco la figlia della compagna, la mamma assiste impassibile

CONDIVIDI
stomaco
(Websource/Archivio)

Lo scorso 30 gennaio Sierra Johnson e Tyree Williams sono giunti all’ospedale di Fort Smith, Arkansas con in braccio il corpo privo di vita della piccola Kylah, figlia della Johnson di appena 18 mesi. I medici hanno fatto il possibile per fare riprendere il battito della bambina, ma si sono dovuti arrendere all’evidenza e ne hanno dichiarato la morte. Contestualmente, i dottori hanno notato sul corpo della piccola dei lividi ed hanno immediatamente chiamato la polizia. Gli agenti, informati dei sospetti di violenza, hanno interrogato la coppia e dopo ave concluso l’interrogatorio hanno arrestato Williams per fatti non collegati alla morte della piccola.

Giorni dopo l’uomo ha confessato di aver preso a pugni nello stomaco Kylah anche di fronte alla madre e che Sierra non ha mai fatto nulla per fermare questa atrocità. In seguito alla confessione l’uomo è stato accusato di omicidio e la madre di Kylah di abuso su minore. Nei prossimi giorni l’autopsia sul corpo della piccola determinerà una volta per tutte le cause della morte. Nel frattempo sia Sierra che Tyree rimarranno reclusi al Sebastian County Adult Detention Center. Nel caso in cui l’autopsia confermasse che la causa della morte sono le violenze inflitte dall’uomo non ci sarà modo per la coppia di ottenere una sentenza clemente.

FS