Home Cronaca “Dietro alla morte di Pamela c’è la mafia nigeriana”

“Dietro alla morte di Pamela c’è la mafia nigeriana”

CONDIVIDI
pamela mastropietro
(Websource/archivio)

Proprio oggi abbiamo parlato della mafia nigeriana, più crudele di quella italiana e così potente da guadagnarsi il rispetto dei mafiosi nostrani e ampie porzioni di territorio. Secondo lo psichiatra Alessandro Meluzzi ci sarebbe proprio la mafia nigeriana dietro alla morte di Pamela Mastropietro per la quale sono state fermate quattro persone nigeriane.

“Siamo di fronte a una criminalità pericolosissima” dice Meluzzi “una delle più pericolose del mondo. Forse anche più della mafia cinese. La povera Pamela, è stata attirata in una casa da un gruppo di spacciatori nigeriani, a mio modo di vedere sicuramente violentata e sicuramente uccisa perchè di certo non è morta di overdose anche se di questo non troveremo mai una prova, sezionata come ha detto il medico legale con una perizia che avrebbe richiesto ai medici ore e ore di lavoro con gli strumenti di una camera settoria”.

“Credo che si sia trattato di un evento che purtroppo si collega a prassi che nella mafia nigeriana sono tutt’altro che rare, come ad esempio il cannibalismo rituale. Il fatto che manchino organi ha come ipotesi probabile che possano essere stati mangiati perchè mangiare organi della vittima è uno strumento per il mafioso nigeriano per acquisire forza, potere, coraggio, secondo delle pratiche rituali cannibaliche che fanno parte di sette come Black Axe”.

F.B.