Home Cronaca “Un giovane solare, sempre sorridente e positivo”, l’addio ad Alessandro

“Un giovane solare, sempre sorridente e positivo”, l’addio ad Alessandro

CONDIVIDI
alessandro
(foto dal web)

Casalguidi, in provincia di Pistoia, è in lutto e ieri non ha voluto festeggiare il Carnevale, per rispetto nei confronti della morte di un giovane, Alessandro Fiaschi, stroncato a 28 anni da un male incurabile. In paese non hanno dubbi: “Una perdita tremenda per tutti”. Oggi i funerali nella chiesa di San Pietro apostolo a Casalguidi. Alessandro lascia il papà Roberto, la madre Franca e i fratelli Giacomo e Stefano. Ma lascia anche tanti amici, che nel periodo della sua malattia non lo hanno mai abbandonato.

Racconta Iacopo: “È sempre stato il primo cavallo, quello forte che si faceva avanti per primo. Ci conosciamo fin da ragazzini. Abbiamo fatto insieme tutto il percorso di giovani in parrocchia. Lavorava a Lamporecchio, ma è sempre stato un punto di riferimento per tutta la comunità”. Alessandro Fiaschi faceva il catechista e anche per questo nella sua comunità era davvero conosciuto da tutti.

Sottolinea il parroco, don Alessio Maria Tavanti: “La famiglia gli è stata affianco in tutto il periodo della malattia. Era un ragazzo solare e di grande fede. Era un catechista e un esempio per tutti i ragazzi. La parrocchia prova un profondo dolore per lui e un profondo affetto e vicinanza alla famiglia”. Ma è appunto la comunità tutta che si raccoglie nel dolore, come specifica il vicesindaco Federico Gorbi: “È uno dei ragazzi più disponibili che abbia mai conosciuto. Un giovane solare, sempre sorridente e positivo. È stato fiducioso fino a qualche giorno fa: non ha mai avuto cedimenti e ha sempre lottato contro la malattia”.

GM